Alimentazione — 04 ottobre 2005

Le maltodestrine sono zuccheri complessi ottenuti dall’amido di mais, non essendo dolci, ma insapori, possono essere assunti in grande quantità senza provocare senso di nausea. 
Mentre il glucosio appena assunto produce energia immediata, le maltodestrine vengono assorbite più lentamente e sono utilizzate dall’organismo per produrre energia più a lungo termine, garantendo in tal modo un rifornimento di energia prolungato nel tempo, senza provocare reazione insulinica ipoglicemizzante.

A cosa servono?
Sono particolarmente adatte per una carica di energia nelle attività fisiche prolungate  in quanto consentono di mantenere il livello di zuccheri nel sangue (glicemia) sufficientemente costante e garantiscono un risparmio delle scorte di glicogeno immagazzinate nei muscoli ritardando la comparsa della fatica.


Qual è la giusta dose?
La concentrazione ideale di maltodestrine, orientativamente durante un’attività fisica di circa 90 minuti, sono necessari 70/80 grammi di maltodestrine che sono ben solubili ed assimilabili in 500/800 ml. di acqua.

Autore: Claudio Costa

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>