Alimentazione — 03 novembre 2004

L’acqua costituisce il 60% circa del peso dell’adulto ed il 75% del neonato. Il fabbisogno idrico giornaliero di una persona adulta è di circa 2500 ml. Durante l’attività fisica si possono perdere consistenti volumi di sudore e con questo calo di liquido diminuisce considerevolmente il rendimento del podista . La perdita di acqua è accompagnata dalla perdita di sali minerali, elementi essenziali per i processi vitali, i più importanti sono: il Sodio (Na) , Potassio (K) e Cloro(Cl) i quali hanno funzioni fra loro legate:
-regolano la quantità e ripartizione dell’acqua intra ed extracellulare (sodio e cloro all’esterno, il potassio all’interno);
-regolano la pressione osmotica (di scambio) e l’equilibrio acido-base dell’organismo;
-controllano insieme a calcio e magnesio, tutte le funzioni cellulari, con particolare riferimento all’eccitazione del muscolo cardiaco, del sistema nervoso e dei muscoli scheletrici.
Il sodio trattiene acqua, mentre il potassio tende ad eliminarla.
La carenza di sodio provoca insorgenza di stanchezza, crampi ed insonnia, la carenza di potassio invece altera la contrazione muscolare. 
Se non si introduce acqua nell’organismo entro breve tempo, va in funzione un ormone ipofisario, detto antidiuretico, che determina una netta riduzione dell’urina con l’intento di conservare il più possibile acqua all’organismo. Si crea così una situazione molto critica.
Quindi dobbiamo integrare i liquidi persi al più presto possibile.
Si possono distinguere tre tipi di  integratori idro-salini in base alla  concentrazione dei sali e zuccheri presenti nella  bevanda, tale concentrazione, che si misura in milliosmoli per litro (mOsm/L), influenza enormemente il tempo necessario affinché essa attraversi lo stomaco e venga assimilata dall’intestino.

 1) Le  bevande ipotoniche:sono in grado di dissetare in tempi rapidi, apportano poche calorie ma transitano con la massima celerità dallo stomaco e vengono  velocemente assimilate dall’intestino, sono meno concentrate del plasma (meno 300 mOsm/L). Vanno assunte poco prima o durante l’allenamento o la gara.

2) Le bevande  ipertoniche, indispensabili nella  fase di recupero, a base di maltodestrine, fruttosio e sali minerali, permettono di ricostituire il glicogeno muscolare e reintegrare i sali persi durante la sudorazione. Sono più concentrate del plasma (oltre 300 mOsm/L). Vanno assunte dopo l’allenamento o la gara.

3)Le  bevande isotoniche hanno una concentrazione di sali e zuccheri simile a quella del plasma (circa 300 mOsm/L) ,  passano rapidamente attraverso lo stomaco e vengono velocemente assimilate dall’intestino. Vanno assunte prima o durante l’allenamento o la gara.
Attenzione quindi, per acquistare l’integratore  più adatto alle proprie esigenze esaminate attentamente il prospetto informativo presente sulla confezione.

Autore: Nicola Peluso

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>