Maratone e altro slide — 08 aprile 2015

E quattro. Domenica 12 aprile Andrea Lalli si rimette alla prova sui 42,195 chilometri. Destinazione Rotterdam (Paesi Bassi) dove il 27enne delle Fiamme Gialle affronterà la quarta maratona della sua carriera. In ordine di tempo l’ultima uscita agonistica dell’azzurro risale al 15 marzo a Fiuggi dove ha conquistato il tricolore assoluto di cross, specialità che nel 2012 l’ha visto salire sul trono d’Europa nella categoria senior dopo i successi da junior (2006) e da under 23 (2008). L’esordio da maratoneta del molisano risale, invece, al 2013 con il terzo posto in 2h14:26 a Venezia. Poi il ritiro, lo scorso agosto in agosto, agli Europei di Zurigo dove la sua avventura si concluse prima del previsto. Tre mesi dopo, una nuova sfida alla Turin Marathon dove finì quinto in 2h12:48, ovvero il suo miglior crono.

Lalli che ora segue i programmi di allenamento del prof. Renato Canova con il supporto tecnico di Vittorio Di Saverio, lo scorso 22 marzo ha svolto anche un test di 30km in 1h33:09 alla maratona di Roma. Il finanziere partirà per l’Olanda venerdì pomeriggio. Qui lo attende un percorso molto veloce sul quale sono stati stabiliti tre primati del mondo (Carlos Lopes nel 1985, Belayneh Dinsamo nel 1988 e Tegla Loroupe nel 1998), mentre gli attuali record del tracciato portano i nomi del keniano Duncan Kibet (2h04:27 nel 2009) e dell’etiope Tiki Gelana (2h18:58 nel 2012).

Il cast della trentacinquesima Maratona di Rotterdam si presenta con una pattuglia di top-runners che vede in primo piano il 25enne etiope Feyisa Lilesa, uomo da 2h04:52 a Chicago nel 2012, opposto al connazionale Abera Kuma (PB 2h05:56 a Berlino nel 2013) e ai keniani Bernard Koech (PB 2h04:53, 2013), secondo nel 2014, e Mark Kiptoo (PB 2h06:16, 2013), vincitore a Francoforte nella passata stagione. Al femminile da seguire l’olandese Miranda Boonstra (PB 2h27:32), la canadese Krista Duchene (PB 2h28:32) e la giapponese Asami Kato (PB 2h28:51).

 

Ufficio Stampa FIDAL.
Federazione Italiana di Atletica Leggera

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>