TuttoCampania — 08 maggio 2009

Correva l’anno 1734 e Carlo III di Borbone voleva fare del Bosco di Capodimonte una sua riserva di caccia con dei capanni.  Ma così non fu, perchè visti i luoghi ne restò affascinato e diede ordine di costruire un palazzo vero e proprio, la Reggia (ora sede del museo, che ora ospita la collezione Farnese).


 Anche noi podisti (così come tutti i visitatori) restiamo affascinati, come Carlo III dalla bellezza del luogo ..ed allora perchè non sognare un poco e pensare che la gara si svolga verso il 1734


Re (per un giorno) Giuseppe Forino ‘Il Biondo’ (per via della sua capigliatura stile illuminismo) con la sua consorte e con il famoso banditore Marco Cascone ‘il Calvo’ (per via delle sua capigliatura stile futurismo ovvero anni 2000) fanno gli onori di casa, ed inventano per intrattenere i loro ospiti un nuovo gioco: ‘Corri due volte intorno al parco e vediamo chi arriva prima (ma anche se arrivi ultimo sarà bellissimo lo stesso)’.


Sono arrivato presto con i soliti cavalieri miei amici Sir Michele e Sir Mimmo da Falcone, in sella ai nostri  fidi ronzini. Ne Parco incontriamo Sir Casimiro, che dice che  non è venuto con il suo destriero ma con la bici (cosa sarà mai questo nuovo strumento infernale?). Un giorno parla Sir Michele collega di Leonardo da Vinci si viaggerà non più a cavallo o in carrozza ma dentro scatole di ferro che hanno tanti cavalli all’interno che non hanno bisogno di biada per camminare ma solo di un liquido giallino che chiameranno benzina sta bicicletta, proprio non capisco come funziona!!!! Comunque continua Sir Mimmo, anche se non sappiamo come funziona, meglio una bici, perché con le scatole di ferro non si respira più tanto bene.


E’ una bellissima incontriamo tanti altri Sir e Madonne di casati vicini e lontani. Durante il gioco ti godi il Parco, passi tra cinghiali pernici, cervi (che un giorno non si vedranno più a causa delle scatole di ferro) respiri, sudi, corri, ti diverti.


Sir Michele e Sir Mimmo arrivano prima di me annunciati dal famoso banditore che si esalta stendendo una pergamena e strillando i nomi di  ogni Sir o Madonna che arrivano alla fine.


Finalmente arrivo anche io quasi ultimo, non vinco niente come Sir Michele e Sir Mimmo, ma che importa veniamo complimentati da tutti re e banditore in testa.

Autore: Leandro Cuzzocrea

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>