TuttoCampania — 09 maggio 2010

Clicca per l'immagine full sizeLa tredicesima edizione della Primavera al Bosco ha cambiato in parte il suo tradizionale percorso, lasciando intatto però il suo valore e la tradizione, che vuole la gara di Peppe Forino (G.P. La Corsa) essere una gara di grosso interesse. Interesse confermato dalla notevole partecipazione.


Il Bosco di Capodimonte è quotidianamente meta di podisti, che si godono un luogo splendido dove poter correre in estrema serenità. Quando ‘la Primavera al Bosco’ si propone, come in questa ennesima e bella edizione, l’opportunità di godere di cotanta bellezza è offerta a tanti, e tanti hanno usufruito del piacere offerto dalla gara e dal cuore verde di Napoli.


Tanti atleti e tantissimi accompagnatori al seguito, con moltissimi bambini a giocare nei prati magari in attesa di applaudire il papà e/o la mamma, nel momento del loro arrivo. Un bel modo di coinvolgere i familiari e, soprattutto, i ragazzi. Magari tra loro, tra qualche anno, avremo il vincitore di una futura edizione della Primavera.


La Gara.


Giuseppe Soprano (Montemiletto Team Runners) ha fatto una gran gara. Il percorso rispondeva totalmente alle sue caratteristiche, e Peppe non si è lasciato scappare una gran bella opportunità: vincere.


Passaggio veloce a metà gara, nonostante le continue variazioni altimetriche del tracciato, con selezione però avvenuta nei secondi 5 km.


Selezione che ha portato il vincitore a chiudere in 32’07’ (niente male ), con un Ivano Felaco (Atl. Marano) di nuovo capace di ben impressionare, con un secondo posto di assoluto valore: a 6′ da Soprano.


Gradino alla sinistra del vincitore per Enrico Signorelli (Amatori Vesuvio). Enrico ha gestito a meglio le energie, riuscendo a tenere costante il ritmo dei 3’17’ a km.


Bella la prova di Antonio Farina (Atl. Capua), quarto al traguardo, con dedica speciale a Vincenzo Pascarella (dedicata a Vincenzo anche la Vittoria di Peppe Soprano).


Il giovane Luigi Viglione (Eclipse) ha confermato una bella evoluzione tecnica: per lui quinta piazza e 33’34’ finali.


La gara donne è stata molto meno combattuta di quella maschile: pronti, via e Maria Pericotti ha lasciato la compagnia in rosa e si è involata in una solitaria e convincente vittoria. Per la portacolori del Montemiletto Team Runners un 38’26’ finale. Seconda posizione per Ania Paniak, Antares Stabia, con un 40’26’ interlocutorio. Al terzo posto un nome nuovo delle nostre gare: Rossella Lubrano (A.L.B.A. Bacoli). Ai piedi del podio Anna Perrella (Il Laghetto, 44’43’), Sabina Sekic (Libera, 45’19’) e Cristina Norelli, del Team Fiamme Argento (per lei un buon 46’03’).


La classifica a squadre ha numericamente favorito l’A.S.D. Bosco di Capodimonte.


La Primavera al Bosco ha rispettato la tradizione (la bella tradizione) anche per le gare dedicate ai ragazzi che hanno concluso la mattinata sportiva. Tante partenze, tante piccole emozioni. Piccole sì, ma solo per l’età dei partecipanti. Grandi per come le hanno vissute.


Foto di Alessandro Ponticelli

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>