Cronaca — 11 maggio 2007

Kipkoech Rotich Solomon s’è imposto nella settima edizione della ‘Caracciolo Gold Run’ (30′ 12′) precedendo sul traguardo l’irpino Liberato Pelleccchia (30′ 40′). ‘Sono felice  – commenta il keniano – ho fatto una buona gara contro contendenti validi e su un buon percorso. Ora mi preparerò per la maratona di San Paolo del Brasile che ho già vinto lo scorso anno’. ‘Ho dato del mio meglio contro questi podisti africani che sono degli specialisti su strada – afferma il secondo – Ho cercato di lottare per la vittoria ma all’8° km mi sonosentito un po’ appesantito ed ho rallentato per preservarmi le energie per il finale di una corsa in cui una marcia in più è venuta dal fatto di gareggiare davanti ai miei tifosi’. Buona l’affluenza di pubblico all’arrivo e lungo il tracciato di una competizione con tante note liete, ma anche due carenze, la mancanza di una zona coperta adibita a spogliatoio ed una per il deposito delle borse, che hanno creato qualche disagio agli 800 podisti iscritti. ‘Siamo soddisfatti – dice Mimmo Scognamiglio, membro del comitato organizzatore – siamo tornati in questa area della città dopo tre anni ed in una data in cui c’era un’altra kermesse importante a Maddaloni ed un’altra ancora si è svolta sabato ad Agropoli. Tanti atleti hanno partecipato alla nostra e di questo siamo contenti e speriamo che sia il preludio per il prossimo anno dove aspiriamo veramente a fare il colpo’. ‘E’ stata un’altra grande giornata di sport – aggiunge l’assessore allo sport del Comune Alfredo Ponticelli – da un lato la Coppa Lisistrata, rassegna storica del canottaggio italiano e partenopeo, dall’altro questa 10 km molto importante e con un alto valore sociale’. Vi era, infatti, abbinato anche il Campionato Nazionale ANIAD vinto da Giuseppe Pipitone (38′ 28′). Nella prova Fidal generale, invece c’è stata la netta affermazione di Anna Maria Vannacore del Centro Ester Napoli (36′ 40′) che ha inflitto 2′ a Sonia Marongiu e 4′ a Carmela D’Ambra. ‘E’ stata una corsa tranquilla – racconta – sono partita forte con la speranza di chiudere la prova con la prestazione cronometrica che mi ero prefissata. In alcuni tratti, però, mi sono rilassata troppo così non sono riuscita a perseguire quest’intento, ma tutto sommato va bene.

Autore: Andrea Di Natale.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>