Cronaca — 14 maggio 2007

Non c’è che dire, la Scalata è una gara mitica! La salita è dura, ma quando arrivi in cima la soddisfazione è davvero tanta. A differenza dell’anno scorso, questa volta siamo arrivati prima al ritrovo, ed è stato un bene, perché siamo arrivati alla partenza con il primo pullman che alle 9 circa ci ha portato all’ingresso degli scavi di Ercolano. Grazie all’organizzazione dell’Erco Sport siamo potuti accedere gratuitamente agli scavi. Ne abbiamo approfittato per visitare uno dei posti più belli del mondo insieme agli scavi di Pompei. Un’immersione nella storia che per molti di noi è stato un vero e proprio premio pregara.
Oltre la salita il caldo ha fatto il resto. Un partenza forse un po’ troppo forte dietro gli atleti di punta che sono partiti (a detta loro) tranquilli mi ha fatto cedere un po’ nel finale, ma l’importante era arrivare alla cima. Per i primi km non è sembrato duro, ma dal terzo km in poi è cominciata la vera gara, la salita che ti porta sullo ‘sterminator Vesevo’. Tratti ripidi e tornanti continui ci hanno accompagnato fino alla fine. In alcune curve non potevo fare a meno di guardare oltre il muro per scorgere un panorama mozzafiato. E intanto qualcuno mi superava, ma le gambe non ne volevano sapere di reagire. Ho continuato con il mio passo, tranquillo, per non soffrire oltre il limite. Quando si arriva all’ultima curva la stanchezza pare sparire: vedi l’arco di arrivo e ritornano le forze.
Bella, non c’è che dire. Un grazie a tutti gli organizzatori nella persona di Raffaele Colantuono, uomo vero di sport che organizza la gara per gli atleti, per tutti i podisti, e lo dimostra sul campo. Una cosa però devo dirla, come suggerimento: bisogna fermare meglio il traffico, perché fina dai primi km abbiamo corso in mezzo alle auto. Lo so che la maleducazione degli automobilisti ci può stare, ma se non si mette qualcuno agli incroci e figuriamo per gli ultimi, li ho visto correre tra le auto.

Autore: Elio Frescani

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>