Approfondimenti slide — 22 novembre 2013

corridoriL’argomento affrontato è molto delicato e coinvolge costantemente gli esseri umani: la lealtà.

Tale qualità è l’essenza di un rapporto d’amore, d’amicizia, di lavoro e sportivo.

Una persona leale riesce sempre a trovare la forza, la dignità e la coerenza nel vivere e nel confronto con i propri simili. Nello specifico la lealtà sportiva spazia dal comportamento corretto in gara, il rispetto delle regole, alla non assunzione di sostanze che alterano i risultati sportivi: fare uso di tali sostanze è il massimo della slealtà.

Essere leali significa accettare il risultato delle gare con serenità e tranquillità. Essere sleali comporta non solo perdere la propria dignità ma anche imporre, in modo iniquo, il proprio io ai tantissimi atleti che senza sotterfugi si sottopongono ad immensi sacrifici; non è giusto che il furbetto della domenica infici il loro lavoro.

Consiglio ai signori che in modo reiterato usano l’inganno e la slealtà di cambiare non solo sport ma anche galassia.

aldo cavuoto

Un caloroso saluto dal Cavaliere errante alias Aldo Cavuoto

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>