TuttoCampania — 22 febbraio 2015

correreI MEMORIAL TERESA IORIO

Gara OPES di km 10. Percorso cittadino, asfaltato, pianeggiante e completamente chiuso al traffico.

Dopo una notte di forti perturbazioni, stamane al nostro arrivo a Caivano, sotto un’incessante pioggia e strade allagate, è cominciata l’attesa che avrebbe decretato l’ok per la partenza.

Man mano che passavano i minuti, il tempo diventava sempre più clemente e gli organizzatori con i responsabili OPES, alle 9,20, hanno dato il via.

E gara è stata!

Il numero dei partecipanti però si è ridotto e, dei 1200 iscritti , al via se ne sono presentati solo 800. Questo la dice lunga sulle condizioni climatiche della giornata.

Dopo la partenza, avvenuta tra tantissimi tifosi e personale dell’organizzazione, spiccava l’esibizione di un gruppo di majorettes.

Al passaggio del V km, la coppia Soprano/El Jebli aveva già accumulato 1’ di vantaggio sulla coppia Rachid/Migliaccio. A seguire Matar e il “Guerriero” Enrico Signorelli che lentamente sta ritornando in splendida forma.

La gara in rosa vedeva il passaggio in solitaria di Fatima seguita ad una trentina di secondi da D’Orsi Antonietta . A seguire Fransese, Di Blasio, Damiano, Vento.

La gara diventa entusiasmante, difatti questa prima edizione viene vinta in 31,50 da El Jebli Hajjaj (Atl. Marcianise) negli ultimi metri dopo un testa a testa spasmodico con Giuseppe Soprano (Mov. Sport. Bartolo Longo) 31,56. Terzo posto per Migliaccio Vincenzo (Atl. Caivano) col tempo di 33,35. A seguire Rachid, Signorelli, Matar.

La gara in rosa viene vinta da Fatima Muaaouyah (Atl. Marcianise) col tempo di 38,14, seconda piazza per D’Orsi Antonietta (Pol. Ciociara Antonio Fava) col tempo di 39,42, terza piazza per Fransese Concetta (Pod. Frattese) col tempo di 40,44. A seguire Di Blasio, Damiano, Vento.

Ottima l’organizzazione dell’Atl. Caivano.

Unico rammarico è che, per l’ennesima volta devo constatare la non tutela verso gli addetti ai lavori, i quali non chiedono favoritismi o preferenze, ma di poter svolgere il proprio lavoro i piena serenità, senza spintoni e parolacce.

aldo cavuoto

Da Caivano per Podistidoc Aldo Cavuoto. 

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>