Cronaca — 15 marzo 2010

Clicca per l'immagine full sizeLo stavano aspettando da parecchio tempo e finalmente hanno avuto l’assegnazione. Roberto Torisco e la sua società, l’Atletica Capua, lo hanno pienamente meritato. A mio avviso hanno sempre fatto del loro meglio per organizzare il cross tra i bastioni di Capua e il grande successo di questa edizione dei campionati italiani master di corsa campestre è una gratificazione per il loro impegno e la dedizione. Organizzazione perfetta.
Giornata di sole (e dopo una settimana di bufera, pioggia e neve ci voleva proprio un po’ di tiepido) e quasi 1100 atleti iscritti. Bazzico tra le gare master da qualche anno, prima come curiosa e poi come atleta e posso dire tranquillamente che a Capua c’era il meglio del mezzofondo! Anche se ho visto qualche presenza inconsueta qualcuno che per dovere di squadra è passato dalla pista al fango! Ma il mondo master è pure questo.
Solito percorso a me noto: giro da 2 km tra i bastioni di Capua. Nonostante l’acqua dei giorni precedenti è stato meglio di quanto ci si aspettava. Il fango c’era ma in misura accettabile. Percorso veloce, poche curve, lineare. Credo che sia stato apprezzato un po’ da tutti.
Le gare si sono succedute con estrema precisione e regolarità. Hanno iniziato le donne doppiando il giro per 4 km e dopo gli uomini si sono dati battaglia nelle diverse batterie per un totale di 6 km.
A livello individuale, è stata davvero significativa la vittoria di Gaetana Scionti (ASD Stile Libero), primo anno nel mondo master. La forte atleta siciliana ha vinto la gara femminile riuscendo ad imporsi niente poco di meno che su Souma Spiridoyla (Hobby Marathon di Catanzaro) che ha comunque avuto una condotta di gara esemplare e ha vinto meritatamente il titolo per la categoria MF45. Eh si un solo secondo ma una decina di anni di differenza, cosa che la dice lunga sulla forza dell’atleta italo-greca. Mi piace ricordare anche la grande gara di Jocelyne Farruggia (ASD CUS Romatletica) che è arrivata seconda di categoria ma che ha fatto una grande gara. Nella categoria MF40 pronostico rispettato per Rosa Alfieri  (Atletica85 Faenza) mentre tra le cinquantenni vince il titolo italiano Monica Casadio (GPA Lughesina). Danila Moras (Livenza Sacile) non ha avversarie nemmeno sul cross e conquista l’ennesimo titolo tra le MF55. Finisce nelle mani di Franca Costantini il titolo delle MF60 e in quelle di Teresa di Carlo il titolo delle MF65 (non proprio scontato considerando la Snape Gatti in categoria!): le due compagne di squadra (Amatori Teramo) staranno ancora festeggiando! Il titolo MF70 se lo aggiudica Maria Cristina Fragiacomo (Atl. Aviano) mentre quello MF75 va alla grande Mimma Mazzenga (Atletica Città di Padova). Insieme a Lina Lombini (Lughesina) erano le più grandi della batteria femminile. Onore a loro!


In campo maschile, signori, c’era di tutto e di più!!! Categoria MM35: Roberto Catalano (CUS Torino) ha la meglio e porta a casa il titolo tricolore mentre tra gli MM40 il grande Valerio Brignone (Atletica Saluzzo) che chiude i 6 km di cross in 17’55 poco meno di 3′ al km! L’unico a scendere sotto i 18 minuti. Bella la batteria dei quarantenni! Nella categoria MM45 vince Giuseppe Pagano (Atletica Altopiano Trieste) che ha la meglio su Manfred Premstaller, uno tra i favoriti. Tra i cinquantenni, un dejà vu della sfida che quest’anno vede Paolo Bertazzoli (US Quercia Trentingrana) alle prese con il forte Maurizio Vagnoli (Atletica Maxicar Civitanova). Ha avuto la meglio Bertazzoli ma certo Vagnoli non resterà a guardare. Tra gli MM55 vittoria annunciata di Pier Mariano Penone (Atletica Saluzzo). Bella la sfida nella categoria MM60: se la vedevano Luigino Azzalin (Unione Sportiva San Michele), Antonio Trabucco (Running Club Futura) e Rolando Di Marco (Atletica Di Marco Sport). Ha avuto la meglio Gino! Titolo tricolore per lui. Nella categoria MM65 Giorgio Bianchi (US Quercia Trentingrana) porta a casa la vittoria mentre tra gli MM70 Fernando Rocca (Bovisio Masciago) ha la meglio sui suoi avversari. Tra gli MM75 ennesimo titolo per Bruno Baggia (Atletica Valli di Non e Sole) mentre i più grandi (MM80) sono stati Mario Ferracuti (Pod. Valtenna) e Rocco Moscarella (Pod. Camaldolese).


Il titolo femminile a squadre è andato all’Atletica 85 Faenza mentre quello maschile se lo sono aggiudicati gli atleti dell’Isaura Valle dell’Irno. Il titolo è rimasto in Campania, per la felicità degli organizzatori e della regione ospitante.


Tra le sorprese mi piace citare il successo della squadra umbra dell’AVIS Perugia, che sia in campo maschile che femminile ha piazzato un bel secondo posto. Credo che sia un risultato storico per la regione che premia la determinazione dei suoi componenti. Mi correggano se sbaglio gli amici umbri, ma credo che dietro il loro successo ci sia stato un vero e proprio progetto. Complimenti a loro e speriamo di rivederci presto.
Infine mi piace citare anche il terzo posto dell’Erco Sport, la mia ex-squadra… non tanto ex a dire la verità, per lo meno da un punto di vista sostanziale! Chissà per quale alchimia, ogni volta che vado a trovarli mi pare di stare a casa mia. Dopo un anno e mezzo mi sembrava di non essere mai andata via. Ho lasciato tanti cari amici giù e anche se non ci vediamo tanto spesso ne ho nostalgia e bei ricordi. Grazie davvero per il calore che mi dimostrate ogni volta che ci vediamo, per il tifo che mi avete fatto e per la giovialità. Mi ha fatto piacere rivedere Nicola, Franco, Ignazio, le mie compagne di squadra, gli amici di Capua, Gennaro, Adolfo tutti!! Ho già fatto il biglietto per Telese!


ps. Mi stavo dimenticando di una cosa importantissima. La velocità con la quale sono state stilate le classifiche sia individuali che societarie! Mi sa che solo alle indoor di Ancona sono stati cosi veloci…. complimenti allo staff che ha curato questo aspetto.

Autore: Sonia Marongiu

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>