Cronaca — 10 luglio 2006

A Montecesima, nel cuore dell’appennino centro meridionale, al confine tra Molise e Campania, si è tenuta ieri la 1° edizione del Trofeo Enel Montecesima, manifestazione podistica sulla distanza di 9,2 Km organizzata dall’Atletica Venafro in collaborazione con la Pro-Loco di Sesto Campano (Is). 120 gli atleti al via nel piazzale della Chiesa consacrata alla Madonna della Neve, aperto sul bacino superiore dell’impianto idroelettrico ENEL, in un contesto paesaggistico semplicemente incantevole. Quasi a pagare per la bellezza del luogo e per il clima ideale, mitigato dai 750 mt di altezza, il percorso presentava immediatamente una salita di circa 800 mt dalle pendenze impegnative. Dopo aver scollinato, la discesa ci ha accompagnati fino alla Piana di Casali dove, la frescura degli alberi, gli animali al pascolo estivo e i bei panorami hanno catturato i pensieri e restituito parte delle energie necessarie ad affrontare la seconda ‘lunghissima’ salita. I 1400 mt, anche se con pendenze non esasperate, sono stati selettivi, dopo che una lunga discesa e più di 2 km di pianura avevano stimolato gli atleti ad accelerare. La parte conclusiva del tracciato, dal sapore di ultimo giro di pista in uno stadio olimpico (l’inganno è stato per molti proprio quello di sentirsi alla fine dopo l’ingresso nel bacino), ci ha visto percorrere i 2 km della strada che corre sulla sommità del bacino di Montecesima. A fare da cornice a questa prima edizione, di quello che si candida ad essere un classico appuntamento molisano,  un pubblico stupendo, che dopo la conclusione della gara si è dato appuntamento al traguardo per un pranzo ristoratore organizzato dalla Pro-Loco di Sesto Campano. Per l’Atletica Venafro una bella occasione per compattare il gruppo al grido di: ‘prima si lavora e poi si corre’, parafrasando la canzone di Celentano riferita si a piaceri, ma non podistici


L’apprezzamento per l’organizzazione è nelle parole di Giovanni Calce, segretario della Poligolfo Formia: ‘Quando i miei compagni, reduci dai concomitanti eventi podistici laziali, sapranno quanto emozionante, bello da correre e ricco è stato il 1° Trofeo Montecesima si mangeranno le mani.’
Unico rammarico, infatti, quello di aver potuto ‘coccolare’ solo 120 amici. Ad ogni modo, la piena soddisfazione dei partecipanti, la garanzia del marchio Atletica Venafro e il cuore della Pro-Loco di Sesto Campano ci lasciano sperare in una seconda più partecipata edizione.


La Cronaca


 La gara femminile è stata dominata da Loredana Vento, CUS Cassino, che ha chiuso in 36′50″. ‘Sono molto soddisfatta della mia prestazione’ ha dichiarato Loredana ‘Un percorso impegnativo per quanto bellissimo paesaggisticamente’. Seconda con il tempo di 43′04″ la bella e brava Ela Stabile, Napoli Nord Marathon; terza Paola Orlando, Amatori Pod. Benevento, in 43′40″.  Ai piedi del podio Liliana Malinic e Sandra Martinelli dell’Atletica Venafro, rispettivamente quarta e quinta.


La gara maschile è andata a Pasquale Rutigliano, Esercito, che ha imposto un ritmo esasperato fin dalle prime battute, chiudendo in 29′01″. Ragazzo taciturno Pasquale, ma concreto, capace di spingere come un rullo compressore e dare una grande prova di personalità. Secondo posto, ma primo in eloquenza, a Gennaro Varrella, International Securaty Service, che chiude in 30′22″, precedendo di un soffio il compagno di squadra Adolfo Squitieri, terzo in 30′23″. L’esperienza, ma soprattutto la confidenza col podio, scioglie in un commento limpidissimo Gennaro Varrella: ‘Rutigliano oggi aveva una marcia in più; è andato via fortissimo già dalla prima salita, ho provato a tenere il suo passo, ma il percorso era duro e alla fine ho preferito non strafare’.


Quinto posto per Luciano Ciccone, LBM Sport Roma; dopo le ottime prestazioni negli ultimi appuntamenti molisani, non si arrende ad un risentimento muscolare e conclude col tempo di 31′09″.
Il continua crescita la condizione dello ‘Zar’ Marciano Pilla: dà il massimo, soffre e conclude undicesimo in 33′04″ ancora una volta a podio di categoria, lo attendiamo per il primo risultato assoluto.
Per le società prima l’Atletica Venafro, che in qualità di organizzatrice rinuncia a beneficio dell’AVIS Campobasso, seconda Atletica Agnone, terza Nuova Atletica Isernia.


 

Autore: Diego Di Salvo

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>