Maratone e altro — 28 maggio 2014

prealpi72 chilometri al confine tra Belluno e Treviso, sotto un sole primaverile, lungo le creste prealpine. Rinasce sotto ottimi auspici il Gran Raid delle Prealpi Trevigiane, gara di corsa in montagna sulla distanza di 72 chilometri. Primo al traguardo Ivan Geronazzo (AlpStation Team Trail), in 7 ore e 50 minuti. Sul podio, con oltre mezz’ora di distacco, Andrea Zanatta (Playlife Sport) e Fabio Caverzan (Scarpe Bianche). Partiti all’alba, gli ultimi concorrenti hanno tagliato il traguardo dei Laghetti Blu, a nord di Vittorio Veneto (Treviso), dopo circa 15 ore.

«Percorso bellissimo e duro, non pensavo di stare sotto alle 8 ore», commenta Geronazzo, che ha difeso il titolo conquistato nella precedente edizione, nel 2009, in 8.02′. L’atleta di Valdobbiadene sente particolarmente la corsa nelle ‘sue’ montagne: «Conoscere i posti, la gente lungo il percorso, i paesaggi, ti fa sentire ancora più carico. Mi auguro che le prossime edizioni attirino ancora più corridori e siano sempre più competitive. Lo merita l’organizzazione, perfetta, e lo meritano le nostre Prealpi».

Pronostico rispettato tra le donne, dove primeggia Federica Boifava (AlpStation Team Trail) batte di oltre un’ora Catena Pizzino (Pavanello), chiudendo la Segusino-Vittorio Veneto in 8 ore e 51 minuti. Boifava conferma l’opinione del compagno di squadra tagliando il traguardo: «Percorso bellissimo e durissimo».

La gara ‘breve’, la prima Raid del Col Visentin, ha entusiasmato i partecipanti e regalato una sorpresa in classifica. La prima donna, Silvia Rampazzo, taglia il traguardo come quarta assoluta in 3.23′, appena un minuto dopo che si è formato il podio maschile composto da Stefano Burlon (Mercuryus), Tiziano Gasparini e Oscar Dei Svaldi (Alpago). «Mi sono proprio goduta la salita al Visentin – commenta l’atleta di Noale (Venezia) – mentre la discesa è stata veramente impegnativa. Davvero bella gara, sono soddisfatta di questa prestazione».

Mario Marin, presidente del Gruppo Prealpi Venete, traccia un primo bilancio positivo: «Il bel tempo ci ha sicuramente aiutato molto, ma sono molto soddisfatto di come è andata. Una giornata davvero splendida sotto tutti i punti di vista. Ringrazio tutti i volontari, associazioni, istituzioni e sponsor che hanno reso possibile questa impresa. Possiamo dire che questa avventura è partita alla grande, ora ci aspettano anni di crescita verso la grande edizione del 2018, quando organizzeremo la Bassano-Vittorio Veneto, ricca di significati nel centenario della Grande Guerra».

Le gare

La partecipazione alla gara di resistenza Gran Raid delle Prealpi Trevigiane da diritto a 2 punti validi per l’iscrizione alla “The North Face®Ultra-Trail du Mont-Blanc®” 2015. Toccherà 14 comuni e 5 comunità montane distribuite lungo uno spartiacque al confine tra 2 province venete, Treviso e Belluno. Partenza da Segusino alle 7, distanza di 72 chilometri e 4.500 metri di dislivello positivo per giungere all’arrivo presso l’area ricreativa dei Laghetti Blu (Vittorio Veneto). Debutto per il Raid del Col Visentin: 30 chilometri con partenza alle 9 e arrivo nell’area dei Laghetti Blu, nel territorio di Vittorio Veneto, dopo aver affrontato circa 2000 metri di dislivello con una pendenza che raggiunge il 20%.

Il programma 2014-18

Nell’autunno 2014 riprenderanno le gare con la cronoscalata del Col Visentin: per la prima volta un salto altimetrico di 1500 metri in unica soluzione. Nell’estate 2015 prenderà il via la nuova Bassano del Grappa – Vittorio Veneto: 125 chilometri con un dislivello di 7mila metri. Edizione ‘zero’ di una gara che nel 2018 arriverà al suo apice nel Centenario della Grande Guerra.

Ecco i comuni coinvolti dal percorso della Gran Raid delle Prealpi Trevigiane 2014: Segusino, Vas, Valdobbiadene, Lentiai, Miane, Mel, Follina, Trichiana, Cison di Valmarino, Limana, Belluno, Revine Lago, Farra d’Alpago, Vittorio Veneto. Il territorio risponde anche attraverso le 26 associazioni del territorio, tra le quali AltaMarca e Primavera del Prosecco. A sostegno della macchina organizzativa sponsor tecnici e partner d’alto livello: Jeep, Carraro spa, Montura, AlpStation, Ediciclo Editore, Banca Prealpi, Cantina Casa dei Faveri e Coop Adriatica.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>