Cronaca — 13 marzo 2006

Si è chiusa ieri a Formello (Roma), in una giornata baciata da un sole primaverile, la XII Edizione del Cross ‘Valli del Sorbo’, manifestazione nazionale valevole come Campionato Regionale Individuale e Societario di Cross. Più di 700 atleti si sono dati appuntamento per questa gara, organizzata dal Circolo Culturale l’Airone, che ha avuto il contributo e il patrocinio delle più importanti istituzioni territoriali: dall’Assessorato allo Sport del Comune di Formello, alla Regione Lazio, alla Provincia di Roma, al Comune di Sacrofano. Senza dimenticare l’Ente Parco di Veio, che oltre ad appoggiare l’iniziativa offre da 12 anni lo scenario nel quale gli atleti si danno battaglia. Diciamo pure che questa competizione rientra a pieno titolo nelle attività dell’Ente, nei suoi sforzi di favorire l’integrazione tra l’uomo e il territorio tramite l’educazione ambientale e lo sport.
Probabilmente è anche per questo motivo che si è fortemente voluta anche quest’anno la partecipazione delle scuole materne ed elementari e dei più giovani, i veri destinatari del messaggio dello sport. Di questo occorre congratularsi con genitori ed insegnanti che hanno accompagnato i propri ragazzi sul luogo della gara. Ormai ho fatto e visto tante gare e c’è poco da fare: quando sono presenti i più giovani, è tutta un’altra cosa!! Una festa!
Come l’anno scorso, si assegnavano il Trofeo Fausto Cardarelli e Celestino Curci, in memoria di due atleti della Podistica Lazio. Inoltre veniva assegnato il Trofeo Amerigo Curci, una persona che è venuta a mancare recentemente e che ha sempre fortemente voluto questo Cross. Siamo sicuri che Omero continuerà ad esaudire il desiderio del padre, che d’ora in poi guarderà la gara dall’alto.
A dare il via alla giornata di gare sono stati i più piccolini. Hanno esordito i Pulcini sulla distanza di 400 m ed a tagliare per primi il traguardo sono stati Margherita Bernoni e Fabio Paoletti (Sabatina). Dopo di loro, è stata la volta degli Esordienti sugli 800 m, gara vinta da Luca Principe (Scavo 2000) e da Chiara Nicosia (Fiamme Gialle). I Ragazzi/e hanno percorso invece 1.200 m e in questa categoria si sono imposti Jamal Namous e Chiara Mancini (NAS Sezze) mentre tra i Cadetti/e hanno tagliato per primi il traguardo Antonio Lo Quercio (Colavene Altro Lazio) e Marzia Gasbarra (Atletica Genazzano). Ovviamente il tifo di genitori e preparatori atletici è stato grande. E i campioncini non hanno deluso gli spettatori, dimostrando molta grinta e, soprattutto, tanta voglia di divertirsi.
Dopo di loro è partita la gara di 3 km che ha tenuto impegnate tutte le categorie femminili (Amatori, Master, Juniores e Promesse) e gli Allievi/e. Il gruppetto, compatto all’inizio, ha iniziato a sgranarsi dopo 500 m quando Sonia Marongiu (Erco Sport, in basso a destra) ha preso la testa della gara, marcata strettamente da Francesca Ercole (Ca.Ri.Rieti). A metà gara Marongiu ed Ercole hanno staccato le inseguitrici e dopo un serrato inseguimento, la Marongiu ha ceduto il passo alla reatina che ha tagliato il traguardo per prima. Terza posizione per Enrica Buttinelli (Violetta Club). Buona gara anche per Francesca Ragnetti (Scavo 2000), che il prossimo fine settimana sarà impegnata ai Mondiali Indoor di Linz in Austria.
La gara maschile, invece, si snodava su un percorso di poco più di 6 km ed ha tenuto impegnate tutte le categorie maschili: Juniores, Promesse, Amatori e Master. Atleti d’eccezione: il nazionale Angelo Iannelli (Fiamme Azzurre, in alto a sinistra), Marcello Capotosti (Violetta Club) e Guido Arsenti (Atletica Di Marco). Ma tra i Master c’erano nomi importanti. Enrico Crisostomi (medaglia di bronzo agli Italiani di Ancona sui 3000 m), Nicola Severini (bronzo a squadre M35 nel Cross ai Mondiali di San Sebastian) e Claudio Piergentili (Ecologico Bagnaia) difenderanno i colori italiani ai Mondiali Indoor di Linz il prossimo fine settimana. C’era anche Marco Cavallucci, uno specialista dei cross umbri e Francesco Belli (Atletica Colleferro) argento sui 3000 ai recenti campionati italiani di Ancona (cat.M35).
E’ stata una bella gara. Iannelli e Capotosti hanno preso la testa della gara tagliando il traguardo in quest’ordine. Terzo posto per il rimontante Guido Arsenti (Atl. Di Marco).
Molto bello il percorso. Le variazioni rispetto alla scorsa edizione hanno reso la gara più tecnica, grazie all’aggiunta di curve a gomito, ma anche più spettacolare dato che si poteva seguire meglio tutta la gara. Buono il manto in tutto il tracciato eccezion fatta per alcuni tratti più fangosi che hanno impegnato gli atleti nella scelta delle traiettorie migliori.
Concluse le gare, si è disputata anche una non competitiva. La cerimonia protocollare si è svolta in maniera celere e ordinata: gli atleti osservavano ed applaudivano tra un piatto di pasta, un panino con la porchetta e un bicchiere di vino. Senza dubbio una bella atmosfera.
Ottima organizzazione quindi anche per questa dodicesima edizione. Tra le altre cose di contorno vanno segnalate gli ottimi pacchi gara, le laute premiazioni sia per gli assoluti che per le categorie, il buon ristoro finale, la presenza dei bagni chimici, dei volontari dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri che hanno garantito l’ordine, la Protezione Civile, la Croce Rossa Italiana. Tre speaker si sono alternati ai microfoni rendendo cosi possibile il commento di tutte le gare. Presente il Sindaco di Formello per le premiazioni. In rappresentanza della Fidal Nazionale e Regionale erano presenti anche Anna Micheletti  e Claudio Rapaccioni, responsabili del settore Master.
Spero di essere stata esauriente in questa cronaca e di non aver tralasciato nessun dettaglio. E spero anche di esser riuscita a trasmettere tutto l’entusiasmo che ho sempre avuto nei confronti di questa gara. Probabilmente gli elogi fatti sono condivisi da parecchi atleti. Purtuttavia vi invito a scrivere il vostro commento su questa splendida gara, sia che si tratti di complimenti per l’organizzazione che di critiche costruttive per la prossima edizione.
Grazie a tutti!

Autore: Sonia Marongiu

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>