Cronaca slide — 10 marzo 2019

isonzoBellissimo spettacolo alla seconda edizione della Maratonina dell’Isonzo, la prova sui 21,097 km disputata a San Canzian (GO) con una folta partecipazione anche dall’estero, soprattutto dalla Slovenia. Condizioni
climatiche nel complesso favorevoli, ma delle quali non sono riusciti a profittare i protagonisti più attesi della corsa, che hanno mancato la possibilità di migliorare il record della manifestazione. La prova goriziana
ha confermato nel suo sviluppo i pronostici della vigilia, con la coppia kenyana formata da Cosmas Kigen e Ken Mutai che hanno progressivamente preso il largo sin dal 3° km. I due fanno parte del team austriaco Run n’Life, che tramite l’attività sportiva finanzia progetti a favore della popolazione kenyana. I due, già
protagonisti domenica a Lecco sulla stessa distanza, si sono giocati la vittoria nella parte finale del filante
tracciato facendo anche i conti con un fastidioso vento contrario negli ultimi 3 km, con Kigen che alla fine
ha avuto la meglio in 1h11’16”, mancando il record di oltre un minuto. Mutai ha chiuso a 4”, terza posizione per lo sloveno Janez Mulei (Ak Radoslica) a 45”. Primo degli italiani Lorenzo Masi (Jalmicco Corse) quinto in
1h15’09”. Riscatto italiano fra le donne dove la specialista Maurizia Cunico, tesserata per l’Atl.Casone Noceto
campione d’Italia in carica, ha fatto fermare i cronometri sul tempo di 1h24’37”, precedendo di 1’27”
Manuela D’Andrea (Pod.Cordenons) e di 2’32” la slovena Klara Ljubi (Atl.Klub Krka). Il percorso di gara ha
riscosso grandi consensi, la stessa Cunico si è detta entusiasta della sua scorrevolezza e del colpo d’occhio
offerto dal tracciato promettendo di farsi promotrice dell’evento per il prossimo anno. Oltre 300 i
concorrenti in gara, compresi i partecipanti alla marcia ludico-motoria di 6 km a margine della maratonina,
l’appuntamento per il Gruppo Marciatori Gorizia e per tutti gli appassionati, locali e non, è ora per il 6
ottobre per il classico appuntamento con la Maratonina Transfrontaliera di Gorizia.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>