Anteprima slide TuttoCampania — 29 ottobre 2019

spaccanapoliNAPOLI – Tutto pronto per la 37 esima edizione di Maratona Spaccanapoli, la corsa competitiva organizzata da Uisp Napoli e Sport Eventi Run con il patrocinio di Comune di Napoli e Coni in programma domenica 3 novembre (ore 8.30). La gara podistica si svilupperà quest’anno su tre distanze: una sfida tra agonisti di 14 chilometri, una “non competitiva” di 9 km e una camminata sportiva di 5 km. Queste ultime due sono aperte a tutti gli appassionati.

Tre sono anche le “stelle” al via quest’anno: il pettorale numero 1 andrà ad un corridore che ha scritto pagine importanti del fondo e mezzofondo italiano, Alberico Di Cecco, classe 1974, nono classificato alla maratona olimpica di Atene 2004. Nel suo palmares, Di Cecco vanta il successo alla maratona di Roma 2005. È stato nazionale azzurro dal 1989 al 2014. Ai nastri di partenza della Spaccanapoli 2019 anche Gianluca Piermatteo, vincitore dell’edizione 2015 della maratona di Napoli. Atleta originario di Pompei, Piermatteo è un podista dall’età di 17 anni. Di prestigio anche la presenza di Matteo Nocera della Napoli Nord Marathon: Nocera ha conquistato in carriera due titoli italiani assoluti, ha corso tra le altre la 100 miglia da Policoro a Matera e la 6 Ore di Caserta, vincendola nel 2017 e 2019.

Spaccanapoli 2019 avrà il suo cuore pulsante in piazza Municipio, sede di partenza e arrivo della manifestazione. In piazza sarà anche allestito il villaggio ospitalità per atleti, autorità e servizi, aperto sin dal sabato mattina. Proprio in piazza Municipio sarà possibile ritirare il pacco gara e iscriversi, per chi non avesse fatto in tempo a procedere sul sito ufficiale della manifestazione nelle scorse settimane.

Il percorso si svilupperà da Palazzo San Giacomo, sede dell’amministrazione comunale, lungo tutte le strade più rappresentative della città di Napoli: dopo un passaggio davanti al teatro San Carlo, i podisti si dirigeranno verso corso Umberto I e via Duomo, per poi entrare nelle stradine del centro storico patrimonio dell’Unesco (tra i passaggi più rappresentativi: piazza San Domenico Maggiore, San Biagio dei Librai e piazza del Gesù). Quindi lungo rettilineo in via Toledo per arrivare sul lungomare, girare la boa all’altezza del Circolo del Tennis e tornare verso piazza Municipio. In totale, 14 km da vivere tutti d’un fiato.

“Siamo molto soddisfatti perché quest’anno il lavoro è stato fatto nei tempi giusti”, commenta Antonio Mastroianni, presidente Uisp Napoli. “Abbiamo “bloccato” la data, insieme al Comune di Napoli, quasi un anno fa e lavorato in questi mesi per mettere tutti i podisti nelle migliori condizioni possibili. Mi piace evidenziare il passaggio, significativo e suggestivo, nei due Decumani di Napoli, forse le strade più rappresentative della città. Un segnale importante viene dal report delle iscrizioni, che denota un ritorno dei “top”, nonché un elevatissimo numero di “podisti liberi”, che insieme ad alcune associazioni sportive, attente al piacere del “correre nel bello”, sono certo, riporteranno la Spaccanapoli ai fasti del passato. Questa è una manifestazione che ha ampi margini di crescita anche perché abbina lo sport al turismo, e infatti molti podisti arrivano da fuori regione per trascorrere l’intero fine settimana a Napoli. Un ringraziamento va ad Andrea Fontanella, organizzatore tecnico con la società Sport Eventi Run”, all’Amministrazione Comunale e ai suoi Servizi, in particolare ai Comandi della Polizia Locale, che hanno contribuito con disponibilità e con un atteggiamento propositivo. Significative le partnership sociali, in particolare con le associazioni mediche che saranno in piazza Municipio per la “Giornata Mondiale del Diabete”.”

Spaccanapoli potrà contare sulla collaborazione degli sponsor tecnici Diadora ed Elite Sport, nonché sul contributo della storica Pizzeria Trianon e sulla collaborazione dei partner sociali Federalberghi Napoli, Simpef – Sindacato medici pediatri di famiglia e Amd – Associazione medici diabetologi.

 

Info: www.maratonaspaccanapoli.it.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>