TuttoCampania — 17 giugno 2012

Autore: Marco Cascone –

Una domenica più che estiva ad Afragola, con gran caldo e umidità altissima. Condizioni che avrebbero potuto mettere in difficoltà qualsiasi organizzazione, ma non quella della New Atletica Afragola. Afragola è terra di grande tradizione sportiva, Mimmo Errichiello e il suo team hanno seguito questa splendida scia, riuscendo persino ad amplificarne le qualità. La seconda edizione della “Corri Afragola per la Pace” è stata una gran gara! Le qualità operative e le scelte tecniche che più amo in termini organizzativi stamane ad Afragola le ho riscontrate: percorso preciso, doppio giro, passaggio degli atleti in alcuni tratti su carreggiata parallela, tanto da dare a tutti la possibilità di vedere fisicamente gli atleti in testa, e quelli che seguono. Assistenza alla massima espressione lungo il tracciato, ristori che migliori non si potrebbe, e che hanno garantito a tutti di idratarsi al meglio ed evitare rischi di disidratazione. Splendida la medaglia per ogni atleta all’arrivo, e premiazione intrisa di emozione. Gli occhi lucidi di Mimmo ne sono state una splendida sintesi.

Gara.

Facile prevedere il monopolio del podio in campo maschile, a favore degli atleti Magrebini al via. Previsione facile, confermata praticamente già al 3° km, quando un poker di atleti Nord Africani ha preso il largo, passando in 9’15”. A metà gara Samir Jouaher e Abdelkebir Lamachi (entrambi del team Podistica il Laghetto) hanno selezionato ancor più il gruppetto, viaggiando poi in compagnia fino all’8° km. è ai 4/5 di gara che Samir ha premuto sull’acceleratore ed ha messo abbondante luce tra sé e Lamachi. Le puntuali precisazioni di Salvatore Albrizio (al seguito della gara in bici) mi hanno confermato la cosa, che poi si è tradotta in visione nel momento in cui gli atleti sono transitati sul viale opposto a quello d’arrivo, praticamente al 9° km. Alla fine Samir (30’16” per lui) ha vinto con 4” di vantaggio, su un Lamachi apparso in buona forma. Terzo El Morid Morad (Cava Picentini), con Adim Ismail buo quarto. Prima degli Italiani, Antonello Landi (isaura). Bella prova di Antonello, capace di 32’09” finale.

In rosa la gara si è stabilizzata a pochi secondi dal via. Martina Rocco è apparsa in bella ripresa: costante sul ritmo al passaggio a metà gara e costante sul ritmo nel finale. Per Martina (Running Club Napoli) vittoria incontrastata, per un 3’37”7 di media finale. Per Annamaria Vanacore (Atl. Scafati) il secondo gradino del podio, per un 38’14” niente male (visto il caldo e la gara di 12 ore prima a Dugenta). Brava come sempre Cathy Barbati. Cathy, reduce anch’ella dalla bellissima prova Dugentese, ha corso la seconda parte di gara a ritmo decisamente migliore della prima, ed ha fatta sua la terza piazza. Alba Vitale e Loredana Vento a completare i primi 5 posti della gara in rosa.

Classifica a squadre vinta dal team Marathon Club Frattese.

Assegnate, tra l’altro, anche le maglie ufficiali ai vincitori A.S.C. (sotto l’egida della quale si è realizzato l’evento Afragolese).

Sì, Afragola ha davvero un dna sportivo eccellente. Una tradizione che dura da decenni, figlio della quale è lo stesso Domenico Errichiello. Mimmo ha riportato l’atletica ad Afragola, lo spettacolo della corsa nella sua terra, tra la sua gente. Al suo fianco un Team di appassionati, muniti di capacità organizzative eccellenti. Capacità che stamani ci hanno permesso, nonostante il gran caldo e l’afa, di godere di una splendida mattinata di Sport. Di vero Sport.

Share

About Author

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>