Medicina slide — 30 settembre 2017

correreSappiamo benissimo tutti i benefici che si hanno praticando sport regolarmente.

Ma l’esercizio fisico in base a come viene svolto potrebbe anche trasformarsi in un fattore di rischio per la salute.

Praticato eccessivamente può provocare un aumento dei radicali liberi e dello stress ossidativo che le normali difese dell’organismo non riescono a fronteggiare, danneggiando le cellule del corpo e predisponendo così le fibre muscolari a lesioni e traumi e il tessuto connettivo a un alto rischio di infiammazioni.

Il sistema redoxcostituito dall’insieme di ossidanti e antiossidanti, si occupa della trasmissione di informazioni nelle e tra le cellule, la difesa contro i patogeni e l’eliminazione di tossine dannose per la salute.

Se tale sistema non funziona bene nascono si può andare incontro a problematiche come invecchiamento precoce, malattie degenerative come l’Alzheimer, e cancro.

L’attività fisica smoderata, specialmente in soggetti non allenati, crea problemi a questo delicato sistema redox e provoca quindi danni funzionali e strutturali a carico dell’apparato motorio.

Il migliore modo di controllare il sistema redox è eseguire l’esercizio fisico seguendo accuratamente le indicazioni del personale medico-sanitario.

Correre per 30 minuti per le donne e 40 per gli uomini, 5 volte a settimana, è in grado di diminuire l’invecchiamento cellulare di nove anni, mentre coloro che fanno attività fisica solo un giorno a settimana o solo in primavera e cercano di recuperare tutto il tempo perduto con poche uscite, ma troppo cariche sono a rischio di infortuni e danni al sistema redox

Nei soggetti allenati le sostanze antiossidanti dell’organismo assunte con una alimentazione equilibrata rimettono il sistema in equilibrio, mentre negli atleti occasionali l’organismo non riesce a contrastare l’eccesso di sport, questo può arrivare ad alterare non solo le cellule, ma anche il loro DNA.

fonte – http://www.sanit.org

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>