Cronaca slide — 10 febbraio 2013

de nardTerzo titolo italiano assoluto di corsa campestre per Gabriele De Nard. Il 38enne veneto, alfiere delle Fiamme Gialle, si è imposto con apparente facilità nel primo pomeriggio di oggi sul circuito ricavato all’interno del suggestivo scenario del parco di Abbadia di Fiastra (Macerata). Al di là delle assenze annunciate (il campione europeo Lalli, il bronzo continentale Meucci, il carabiniere La Rosa, tutti attualmente in raduno in Kenya) la prova del neo campione italiano – per lui una conferma dopo il successo dello scorso anno a Borgo Valsugana – è apparsa convincente da ogni punto di vista. Nessuna chances per gli avversari, dominati fin dall’avvio.

Cronaca priva di spunti particolari. De Nard prende l’iniziativa molto presto, intorno al secondo giro, trascinando con sé i compagni di club nelle Fiamme Gialle Patrick Nasti e Ahmed El Mazoury, già protagonisti nella sfortunata prova di Coppa dei Campioni della scorsa settimana a Castellon (Spagna, secondo posto a squadre, malgrado il pari punti con i padroni di casa del Bikila). Il bellunese impone un ritmo molto elevato, tanto da sfilare presto il gruppetto. El Mazoury, all’apparenza l’unico in grado di tenere l’andatura dello scatenato veneto, si ferma improvvisamente (per problemi respiratori, secondo quanto appreso nel dopo gara) lasciando andare i compagni di fuga. E’ metà del percorso di gara. De Nard si ritrova solo, con Nasti ad inseguire ad una cinquantina di metri di distanza. Di fatto, l’epilogo anticipato della prova: non cambierà più nulla. Al terzo posto, Martin Dematteis (Esercito), sempre a suo agio sui prati, e capace di regolare in volata Gabriele Carletti (Athletic Terni, quarto) e Simone Gariboldi (Fiamme Oro, quinto). Sesto, e primo tra le Promesse, Michele Fontana (Aeronautica Militare, campione nazionale di categoria, come nel 2012), anch’egli protagonista della volata per la terza posizione. Più indietro, gli altri due piazzati sul podio under 23, giuseppe Gerratana (Aeronautica, undicesimo assoluto) e Luca Sponza (Marathon Trieste, ventesimo).

“Devo essere sincero – le parole nel dopo corsa di De Nard –  in questo momento ci sono tre atleti italiani più forti di me, e quindi il fatto che io abbia vinto oggi va letto anche alla luce della loro assenza. Detto questo, credo di aver corso bene, sicuramente meglio di quanto fatto in Coppa Campioni la scorsa settimana, al mio debutto stagionale. Il fatto è che ho bisogno di correre una prova su strada prima delnei cross, e la settimana precedente, a causa di una influenza, ho dovuto saltare l’appuntamento con la Corsa di Miguel. Oggi sono nella forma che avrei dovuto avere già sette giorni fa”. La vittoria nel campionato italiano potrebbe assegnare a Gabriele De Nard anche l’azzurro per il Mondiale di cross: “Non porteremo una squadra assoluta – le parole di Massimo Magnani, il DT azzurro – ma certo i campioni di oggi hanno messo una seria ipoteca sulla loro convocazione a titolo individuale”.

Gara donne
La nuova campionessa italiana assoluta di corsa campestre è Touria Samiri. Sui prati di Abbadia di Fiastra (Macerata) la gara seniores femminile si decide nel giro conclusivo, quando la 25enne abruzzese della Nuova Atletica Fanfulla Lodigiana piazza l’allungo vincente, lasciando la compagnia di Fatna Maraoui (Esercito): una coppia che si era formata dopo un avvio piuttosto lento, sotto un cielo più coperto rispetto alle prove giovanili, con Silvia La Barbera (Forestale) ad inseguire. Nel finale c’è la rimonta proprio di quest’ultima per guadagnare il secondo posto, mentre la Samiri si presenta da sola al traguardo e festeggia così il suo primo titolo nazionale assoluto con il tempo di 26:21 sugli otto chilometri. Di origine marocchina, ma italiana a tutti gli effetti dal 2009, si era già messa in evidenza nella recente Cinque Mulini dove era stata terza, oltre che con la seconda posizione alla Corsa di Miguel.

“Ero preparata, sentivo che poteva essere l’anno giusto – esclama la neocampionessa tricolore – e qui non vedevo l’ora che qualcuna andasse avanti per incrementare il ritmo, poi ho tenuto il passo della Maraoui prima di riuscire a staccarla. Per la stagione su pista cercherò di andar forte in particolare sui 5000 metri”. La Samiri è cresciuta tra Gioia dei Marsi ed Avezzano: “Ma ora vivo e mi alleno a Pescara – racconta – sotto la guida tecnica di Luciano Carchesio, all’interno del polo di crescita di Donato Chiavatti, e sto per laurearmi in scienze motorie a L’Aquila”.

Piazza d’onore quindi in 26:31 per la palermitana Silvia La Barbera, che tra l’altro si era imposta quest’anno nel cross della Vallagarina, poi le piemontesi Fatna Maraoui (26:40) e Valeria Roffino (Fiamme Azzurre), quarta in 26:41, con l’umbra Giulia Francario (Esercito) al quinto posto con 26:50. Conquista invece il titolo italiano promesse Alessia Pistilli (Atl. Futura), ottava assoluta in 27:07, non senza emozione perché di fatto è un’atleta di casa: sino a un paio di stagioni fa indossava la maglia dell’Atletica Avis Macerata, club organizzatore di questa manifestazione. “Sono partita troppo forte – spiega la 22enne marchigiana di Matelica – però ho pagato lo sforzo meno delle avversarie. Non me l’aspettavo, di sicuro il tifo del pubblico mi ha dato un grosso aiuto”. Attualmente la Pistilli studia a Roma, dove è allenata da Marcello Ambrogi, il tecnico dell’ostacolista Marzia Caravelli, e tra l’altro si era piazzata seconda nei 3000 siepi agli Assoluti di Bressanone. Il podio promesse ad Abbadia di Fiastra è completato dalla sarda Jessica Pulina (Running Club Futura), 27:18, e da Sonia Ruffini (Atl. Livorno), terza in 27:22. 

foto colombo/fidal

ufficio stampa fidal

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>