TuttoCampania — 24 novembre 2014

reggia

Gara FIDAL di km 21, organizzata dall’Assessore allo sport di Caserta Stefano Marino, dalla Podistica Caserta, dagli Amatori Caserta e dal team Napoli 1000Venti.

Percorso cittadino interamente chiuso al traffico, pianeggiante, ma con una dura asperità posta all’altezza di San Leucio.

Oltre 2000 atleti, provenienti da tutta Italia, si sono dati appuntamento nella mitica Reggia di Caserta. Difatti, la partenza era posta a pochi metri all’esterno della stessa, mentre l’arrivo, ha visto gli atleti attraversarla e godere del meraviglioso spettacolo che la “Piccola Versailles” offre.

Ma andiamo con ordine … i colpi di scena sono accaduti subito dopo la partenza, avvenuta alle 9,00 in punto.  Questo ha trovato impreparati tantissimi atleti, tra cui Ben Kadir, Siham, Fathma Ismail e tantissimi amatori, che sono stati costretti a partire nelle retrovie.

Tutto questo però, per onore di cronaca, va a demerito degli atleti, per la loro poca attenzione.

Dopo pochi km dalla partenza, l’atleta magrebino Ismail, è costretto al ritiro, a causa di una rovinosa caduta. A questo punto Paul Kipchumba Sogut e Jiulius Kipngetic, prendono il largo, inseguiti da Antonello Landi e Peppe Soprano. A seguire Piermatteo e Di Puoti.

La gara femminile vede D’Orsi Antonietta al comando della prima parte, seguita da Maurizia Cunico e Ilaria Novelli. A seguire Di Blasio.

Però, nelle retrovie sta succedendo qualcosa di eclatante sia in campo maschile che in campo femminile, difatti Ben Kadir e la Siham risalgono prepotentemente tutto il gruppo recuperando circa 2’,30” dalla testa della gara. Mentre Ben Kadir riesce a rientrare nel gruppetto dei primi 10, la Siham, all’8° km raggiunge D’Orsi che guidava la classifica femminile e, con un prepotente affondo va via sulle rampe di san Leucio, lasciando tutti a bocca aperta.

Dopo San Leucio, Paul Kipchumba Sogut e Jiulius Kipngetic, vanno via che è un amore ed è rimasto alle loro spalle solo Peppe Soprano.

Come già detto, nella gara femminile si è visto lo strapotere della Siham che si è lanciata nella discesa alla conquista della “Reggia Reggia”.

Ma passando all’epilogo della gara, questa prima edizione viene vinta da Paul Kipchumba Sogut (Atl. Lib. Orvieto) col tempo di 1 h, 04 e 53, seconda piazza per Jiulius Kipngetic (Atl. Recanati) col tempo di 1 h, 05 e 02. Terza piazza e primo degli italiani il bravo e forte Giuseppe Soprano (Mov. Bartolo Longo Napoli) col tempo di 1 h, 09 e 44. A seguire Said El Otmani, Gianluca Piermatteo e Francesco Di Puoti.

In campo femminile vince la Siham (Finanza e sport Campania) col tempo di 1 h, 22 e 13, seconda piazza per D’Orsi Antonietta (Pol. Ciociara Antonio Fava) col tempo di 1 h, 25 e 53, terza Maurizia Cunico (Vicenza Marathon) col tempo di 1 h, 26 e 02. A seguire Ilaria Novelli, Di Blasio Annamaria e Anna Bornaschella.

Ottima l’organizzazione perché è riuscita a gestire alla grande un evento importante e molto impegnativo.

Unico neo sono state le lamentele degli atleti per la mancanza di adeguate premiazioni.

 

aldo cavuoto

Per Podistidoc Aldo Cavuoto

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>