Cronaca slide — 16 dicembre 2012

Contemporaneità di partenze da due dei più bei posti al mondo, con arrivo in altrettanta bellezza. Sorrento/Positano e Amalfi, questa la splendida realtà della Coast to Coast, versione 31,3 km e quella di 15,7 km. Grandi numeri per entrambe le gare, percorsi non facili ma spettacolari e paesaggisticamente unici. Condizioni climatiche accettabili, con temperatura nella norma e copertura nuvolosa che ha tenuto alto il tasso di umidità, senza però appesantire più di tanto le prestazioni.

Gare

La 31,3 km aveva un vincitore annunciato: Ezekiel Meli. Il keniano ogni volta che ha gareggiato in Campania ha sempre tenuto fede al suo valore internazionale, e il suo valore è stato ribadito con una condotta di gara intelligente e di spessore cronometrico. Le sempre più che puntuali notizie che mi giungevano da bici corsa, da Salvatore Albrizio, mi hanno segnalato una partenza decisamente intraprendente dei 3 atleti del Team Il Laghetto: i tre Magrebini, Lamachi, Zitouni e Jouaher. Meli lasciava fare, ma dopo qualche km ha rotto gli indugi e in compagnia del solo Younes Zitouni è transitato ai 15 km (quando si era all’entrata di Positano) tenendo un ritmo che dava proiezione 1h40’, praticamente sul piede dei 3’12” a km. Poi l’ulteriore accelerazione e il keniano è volato via, con parziali di 3’05”/06” a km, tanto da giungere in perfetta spinta e solitudine all’arrivo: 1h39’ per lui. Zitouni ha confermato la sua seconda posizione, con il compagno di squadra (Abdelkebir Lamachi) sul terzo gradino del podio. Al keniano Kemei e all’altro Magrebino Jouaher la quarta e quinta piazza. Primo italiano all’arrivo, gran bella gra per lui: Giuseppe Soprano, atleta Montemiletto Team Runners, in procinto di passare al Movimento Sportivo Bartolo Longo.

La gara riservata alle donne non è stata cronometricamente rapportabile a quella maschile, ma l’agonismo di certo non è mancato. Brava Emma Delfine (Nadir On The Road), capace di ben interpretare la dura gara e di vincere la Coast to Coast in rosa. Alle sue spalle l’ottima prestazione di Fabiola Desiderio (Atl. Monticellana), con Ania Paniak (Gragnano in Corsa) sul terzo gradino del podio, ai piedi del quale si sono piazzate Lucia Avolio e Anna Bornaschella.

La speciale classifica a squadre per la Coast versione 31,3 (Sorrento/Amalfi) è andata al Movimento Sportivo Bartolo Longo.

——-    ——

Partenza da Positano per la 15,7 e gara intensa e incerta fino a metà del tracciato, almeno per la competizione maschile. Ismail Adim (Napoli Nord Marathon) è apparso in grande ripresa, sua la vittoria sul piede dei 3’06”, non male davvero. Alle spalle di Ismail la conferma di un buon Antonello Landi, Gilio Iannone, Alessandro Rescigno e Prisco d’Arco.

La gara femminile ha confermato Annamaria Vanacore all’apice di un podio, dopo la sua bella vittoria a Pompei di fine novembre. Poco sotto i 4’00” a km per la portacolori dell’Atletica Scafati, per una vittoria ancora una volta prestigiosa. Bella prova per Michelle Hushion, il secondo gradino del podio per lei (4’13” di media per atleta Ideatletica Aurora Battipaglia). Alle spalle di Michelle, l’arrivo della sorprendete Daniela De Feo, con Adele Novara (Antares-Free Runners) in splendida quarta piazza, con Stefania Galise (Club Nautico Gaeta) a circa 2’.

 Scelte organizzative di assoluta novità per la Coast to Coast. Scelte premiate dai numeri, dalla massiccia partecipazione. Scelte che hanno ancor più esaltato una gara che esaltante lo è sempre stata: da quest’anno persino di più.

Marco Cascone

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>