Cronaca — 28 aprile 2013

daniele meucciBuona prova di efficienza per i big azzurri questa mattina impegnati nella seconda edizione della Chia Laguna Half Marathon.  Sulla costa cagliaritana si è messa in luce Valeria Straneo, ottima vincitrice della Mezza femminile in 1h13:50: un tempo indice di ritrovata condizione per la primatista italiana di maratona, soprattutto considerando il percorso ricco di saliscendi  e molto ventoso, in particolare nei tratti in salita oggi resi ancora più duri da un persistente vento contrario.

La vittoria dell’atleta del Runner Team 99 è stata senza storia, mai messa in discussione dalla kenyana Sylvia Kibiego, seconda sul traguardo in 01h17:47, o dall’americana Megan Nedlo, terza in 01h21:02.

Al maschile la vittoria è andata al vicecampione europeo dei 10.000 metri e bronzo del cross Daniele Meucci, al ritorno alle competizioni sul suolo italiano dopo il personale alla mezza maratona di New York.

A Chia l’atleta dell’Esercito si è imposto con facilità in 1h07:45 sull’ugandese Wilson Kipkemei Busienei (01h08:54) e su Giovanni Ruggiero (Forestale), terzo in 1h10:18.

Successi azzurri anche sui 10km con Ruggero Pertile (Assindustria Sport Padova), vincitore dell’edizione 2012 della Mezza e quest’anno primo sulla distanza più corta in 34:40 e Deborah Toniolo (Forestale), al rientro dopo la nascita della figlia Giorgia a settembre 2012, al traguardo in 39:55. La manifestazione a favore di ACRA-CSS (progetto per sostenere la causa della lotta alla malnutrizione in Mozambico) e di Walk of Life di Telethon ha visto al via oltre 2.000 partecipanti.

Nel complesso un buon test di efficienza dei migliori specialisti azzurri, come ha confermato il Direttore Tecnico azzurro Massimo Magnani «Quello di Valeria Straneo è stato un ottimo risultato tecnico. Il tempo di 1h13:50, considerando il tipo di percorso e il vento, è indice di una buonissima crescita di condizione. Buon test di efficienza, e di ritrovata salute, anche per Daniele Meucci: ora può lavorare tranquillamente per la stagione su pista». 

 

ufficio stampa fidal

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>