TuttoCampania — 10 giugno 2014

torreQuesta V “Oplonti Run” tutta all’insegna del torrido e bruciante sole di giugno, già dalle prime ore del mattino, la dice lunga sulla fatica che oggi impegnerà i circa 400 partecipanti.

Luogo dell’incontro rettificato e partenza spostata dalla Litoranea, alle spalle del campo sportivo, e tutti, atleti e accompagnatori, affollano già dalle 7,30 del mattino l’area antistante la partenza.

I preparativi sono in corso, le divise indossate ma … si tarda ad accingersi al riscaldamento, complice un caldo bruciante che demoralizza i podisti, tutti al riparo all’ombra di portoni e pergolati. Mi accorgo che non sono la sola a soffrire una temperatura così elevata … sono tentata di gareggiare solo per garantire la mia presenza, senza alcuna voglia di impegnarmi e soffrire come … No! Io devo sconfiggere il demone di due settimane fa e aggredire il percorso con la solita grinta, poi … quello che verrà sarà sempre gradito.

Mi preparo quindi … anzi … mi combino in maniera indegna, con una bandana rossa bagnata in testa per tenere umido il capo, tanto che mia cognata, prima ancora del mio rientro in casa, mi telefona e mi apostrofa dicendo “Marilì, non ti permettere più di correre con una “pezza” in testa!” E sì, mi sta bene … prendo e porto a casa … Però lei non sa che, senza quella “pezza”, sarei morta dal caldo!

Scherzi a parte, alle 9,00 in punto tutto è pronto e dopo il via, ci si riversa per le vie di Torre, dove questa volta, a differenza della volta precedente, il tracciato è disegnato su un’altimetria molto più impegnativa specie nel finale, che prevede l’inerpicarsi sulla rampa e relativa salita che dalla Litoranea ci avrebbero portato sul corso principale, quindi all’arrivo. Curve, basalto e saliscendi hanno completato l’opera insieme al caldo torrido e, i temerari che si sono cimentati, alla fine delle loro fatiche, sono stanchi, ma soddisfatti dell’impresa.

Io ho fatto la mia gara e l’orgoglio personale è salvo, ho gestito e spinto con grinta e lucidità anche nei 2 km di salita finali, scacciando le ombre di 2 settimane fa e concludendo con un ottimo 7° posto che mi dà fiducia per il futuro.

Un plauso all’organizzazione del “Mov. Sport. Bartolo Longo” di Acampora Giuseppe, che ha ben gestito l’evento mostrando grande esperienza e competenza. Unico neo l’acqua, che a causa del caldo sarebbe dovuta essere in quantità superiore.

Voglio ricordare nei miei saluti due mie colleghe e compagne di corsa, Mena e Susi, vorrei congratularmi con loro per le splendide parole profuse durante le interviste di fine gara, che denotano la loro enorme sensibilità e un grande cuore! Complimenti a voi e un arrivederci al prossimo confronto.

marilisa carrano

Per Podistidoc Marilisa Carrano

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>