Cronaca — 14 marzo 2006

Alcune note sulla quinta edizione della Strasimeno  ricordando che la classifica provvisoria la potete trovare per il momento sul sito http://www.atleticainumbria.it/  sottolineo la provvisorietà, in quanto la classifica è per il momento incompleta e nella stessa sono stati rilevati degli errori in particolare sulla distanza di 32 km nella classifica femminile sono state omesse la terza e la quarta classificata, peraltro premiate all’arrivo, dopo gli accertamenti provvederemo a compilare la classifica esatta e definitiva.
La gara ha regolarmente preso il via alle ore 9 del mattino da piazza Gramsci a Castiglione del lago, davvero impressionante per il piccolo borgo medioevale la presenza di circa mille concorrenti che allo sparo dello starter hanno riempito come un fiume in piena la via centrale del paese.                Ottime le condizioni climatiche alla partenza temperatura intorno ai 10° in aumento,  la corsa per la sua caratteristica delle diverse distanze proposte si presenta subito veloce, le lepri sono prima i concorrenti della 15km poi quelle dei 23 k  ed infine dopo il 30 km escono alla ribalta i protagonisti dell’ultramaratona.
Maurizio Vagnoli e Paola Garinei sono stati i vincitori del primo traguardo proposto al km 15 a Tuoro sul Trasimeno.      A Passignano sui 23 km successo di Benedetti  e di Michela Pannacci che ha anche stabilito con 1h 36′ 31′ il record femminile sulla distanza.
A Magione km 32 successo di Di Petrillo e della perugina Marchili.
Fin qui come detto ottime condizioni climatiche, che invece sono peggiorate bruscamente intorno alle 12 dopo 3 ore di corsa con abbassamento repentino della temperatura di almeno 10° dai 13/14 si è passati intorno ai 2/3 gradi con vento fortissimo e improvvise bufere di nevischio che ha messo in seria difficoltà i concorrenti nei lunghi rettilinei prima di Castiglione del lago, e se i primi hanno sofferto solo l’ultima mezz’ora per gli altri il calvario si è protratto per ore, per cui un plauso particolare va a tutti coloro che sono riusciti a terminare la gara.
 Grande prestazione come si può vedere dalla classifica del romano Marco D’Innocenti alla sua prima ultramaratona che è riuscito a prevalere su Ardemagni ed a battere di oltre 2 minuti il record della corsa appartenete fin dalla prima edizione a Stefano Sartori giunto qui 5°  e comunque in rimonta, nuovo anche il nome del terzo sul podio Marco Boffo. Particolarmente impressionante è apparsa la facilità di corsa di D’Innocenti del quale vogliamo anche segnalare la dedica della vittoria al padre in non buone condizioni di salute.
Anche fra le donne dopo le due vittorie consecutive di Paola Sanna, podio nuove per due terzi, a sorpresa anche se lei aveva annunciato la sua volontà di vittoria si è imposta Monica Carlin anche lei abbassando il record della manifestazione di oltre 3 minuti, e battendo Monica Casiraghi che fino ad ora non era mai stata battuta sulla distanza oltre la maratona da atlete italiane.
L’organizzazione è stata duramente messa alla prova dal volgere delle condizioni climatiche nel pomeriggio, e comunque anche gli ultimi arrivati in oltre 9 ore se non hanno trovato il pubblico ad aspettarli (il vento freddo aveva rinchiuso tutti) hanno comunque trovate un piatto di pasta calda.
Gli organizzatori danno a tutti appuntamento per i prossimo anno e preannunciano probabili novità sulla logistica della manifestazione (Il numero dei concorrenti ci impone nuovi spazi) e su possibili variazioni sulle distanze dei traguardi intermedi. (allo studio la possibilità di inserire un traguardo di maratona).

Autore: G.S. Filippide

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>