Cronaca — 02 novembre 2006

Si è archiviata ieri, 1 novembre 2006, la XXII Edizione della gara di Castel S. Elia (VT), Trofeo AVIS, organizzata dalla A.S.D. Atletica Nepi, lo stesso sodalizio che si prodiga per l’organizzazione di un’altra bellissima manifestazione, la Maratonina dei 3 Comuni che si svolgerà il prossimo gennaio.
La gara, che si può ben considerare tra le migliori del calendario viterbese, ha visto anche quest’anno al via più di 450 atleti provenienti dal Lazio (e non solo) che si sono misurati su un circuito di 10 km, abbastanza veloce e spettacolare:
–         veloce perché, tecnicamente, il tracciato non presenta particolari difficoltà, pur comprendendo delle brevissime variazioni di pendenza e un tratto di sterrato
–         spettacolare perché costituito da un anello da ripetere due volte, con annesso giro di boa che per quasi un chilometro consente di tener d’occhio gli avversari e, per i più veloci, di osservare l’andamento della gara nelle posizioni di testa
L’elevata caratura tecnica di questa edizione non ha certo fatto annoiare gli spettatori e gli appassionati che si sono dati appuntamento nel Comune viterbese: tra i primi dieci arrivati ci sono nomi altisonanti che vanno da Alessandro di Priamo (Atletica Villa Aurelia) a Giovanni Gualdi (Fiamme Gialle)! Quest’ultimo ha siglato il record della manifestazione, cosa che è ben riuscita anche a Federica Dal Ri (Esercito Italiano) in campo femminile.
La gara è partita alle 10 in punto.
Il percorso si snodava per un tratto lungo la via principale di Castel S. Elia e per un tratto si immergeva nelle campagne. Nessun problema di traffico (in questo gli organizzatori sono sempre stati molto attenti), chilometri segnati, ristoro intermedio presente. Credo che però ne abbiano approfittato in pochi, visto che novembre è iniziato con una giornata tipicamente autunnale che ci ha fatto dimenticare il sole dei giorni precedenti. Per fortuna Giove Pluvio ci ha solo minacciati!!
A tagliare il traguardo per primo, con il tempo di 29’33’, è stato il nazionale Giovanni Gualdi (Fiamme Gialle) seguito da uno dei più grandi specialisti di cross italiani (quarto al Cross dei Cinque Mulini nel 2006, primo degli italiani) e suo compagno di squadra Gabriele de Nard che ha fermato il crono sul 29’49’. Terza piazza con 30’16’ per un altro fortissimo mezzofondista, Salvatore Vincenti (Fiamme Gialle), un atleta dai personali non eccezionali ma capace di grandi finali di gara che, molto spesso, hanno fruttato degli allori al team italiano nelle gare di Coppa Europa.
Quarto posto e crono di 30’28’ per Mattia Maccagnan (Fiamme Gialle) e quinta piazza per Marcello Capotosti (Violetta Club Catanzaro), anche lui con l’ottimo tempo di 30’54’.
In campo femminile Federica Dal Ri (Esercito Italiano) non ha avuto avversarie: ha chiuso la gara in 34’48’ lasciando a debita distanza una sempre in forma Lucilla D’Errico (Rifondazione Podistica) con un crono di 37’27’. Terzo posto per Sid Ourida (Acorp Roma) con il tempo di 39’17’, quarto per Eufemia Carella (CRAL Enea) e quinto posto per Anna Zunchi (Edera Forli).
Numerose le premiazioni per le diverse categorie, con premi in natura.
La classifica di società ha visto primeggiare la Cral Enea Casaccia con 32 iscritti, davanti all’Anna Baby Runner di Civitavecchia e al G.S. Peter Pan di Roma.
Al microfono, preciso e puntuale come sempre, Roberto Castrucci che ha presieduto anche la cerimonia protocollare con la presenza del Sindaco e di altre autorità.
Massimo Gay, dell’A.S.D. Atletica Nepi, si può ritenere più che soddisfatto, nonostante il velo di tristezza e malinconia che ho visto nei suoi occhi. Forse avrebbe (e avremmo) voluto che anche Geremia fosse là, a seguire l’andamento della corsa e ad applaudire i tanti atleti che hanno partecipato. Però, purtroppo, non è stato cosi. Ma ci piace credere che lo abbia fatto dall’alto e che ci abbia incitati dal primo all’ultimo.
Pertanto è a lui e ai suoi sforzi per lo sport locale, che dedichiamo questa XXII Edizione del Trofeo Avis.

Foto a cura dell’organizzazione



 


 


 

Autore: Sonia Marongiu

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>