Anteprima slide — 30 aprile 2015

Oderzo (Treviso), 30 aprile 2015 – Le ultime due aggiunte al cast arrivano direttamente dall’Uganda. Sono il campione mondiale di corsa in montagna, Isaac Kiprop, e il diciottenne Fred Musobo, nono nella gara juniores ai recenti Mondiali di corsa campestre di Guiyang. Con il Paese africano salgono a dieci le nazioni rappresentate al via della corsa internazionale Città Archeologica che domani, venerdì 1° maggio, a Oderzo, festeggerà nel migliore dei modi il ventesimo compleanno. Kiprop e Musobo hanno le qualità per mettere a rischio la supremazia del tre volte campione europeo di cross, Andrea Lalli, e dell’emergente Ahmed El Mazoury, i vincitori delle ultime due edizioni della corsa opitergina. Un’altra fresca candidatura al podio arriva dal campione italiano promesse dei 5000 e 10.000 metri, Yassine Rachik, quest’inverno quinto alla Cinque Mulini e poi terzo alla Stramilano in 1h03’11”. Sui 9.800 metri del tracciato trevigiano, con fulcro nella scenografica Piazza Grande (partenza alle 17.45), cercheranno gloria anche Simone Gariboldi, Marco Najbe Salami, Francesco Bona, Gabriele De Nard, Said Boudalia, Markus Ploner e i promettenti Omar Guerniche e Italo Quazzola, una bella fetta dell’Italia che corre, oltre al serbo Goran Nava e all’ungherese Tamas Kovacs. In campo femminile (5.470 metri di gara, con partenza alle 17) attesa per la campionessa europea 2010 di maratona, Anna Incerti, già preselezionata dalla Fidal per l’Olimpiade di Rio, e per Silvia Weissteiner, che nel 2014 ha portato a sei i successi a Oderzo. Completano il cast, per le posizioni di primo piano, Federica Dal Ri, Agnes Tschurtschenthaler, Michela Zanatta, Giovanna Epis, Laura Giordano e le azzurrine Anna Stefani e Giulia Aprile. Mentre, sul versante straniero, vanno seguite la campionessa romena di mezza maratona, Paula Todoran, la cubana Yusneysi Santiusti Caballero e l’esperta ungherese Livia Toth. Le due gare assolute saranno anticipate, nel pomeriggio, da una prova del Grand Prix Giovani e dal 19° Trofeo Mobilificio Vittoria, dedicato ai diversamente abili (al via anche il fuoriclasse di casa, Alvise De Vidi). Attesi in piazza a Oderzo, in veste di spettatori, anche tre grandi ex della maratona azzurra, Orlando Pizzolato, Gianni Poli e Salvatore Bettiol. E poi Rosanna Munerotto e l’azzurra del mezzofondo veloce, Elisa Cusma.

 

GLADIATORUM RACEIl 1° maggio di corsa si aprirà con la  Gladiatorum Race, una prova sulla distanza di 11,097 km, in cui gli atleti saranno invitati a vestirsi da antichi romani, utilizzando i costumi messi a disposizione dell’organizzazione. Una gara a tutti gli effetti (si correrà sotto l’egida della Fidal, con regolare chip di cronometraggio) che cercherà di ricreare il fascino di Opitergium, l’antica città romana poi diventata Oderzo. La Gladiatorum Race rappresenterà anche la tappa inaugurale di “42 di Marca”, neonato circuito che abbina l’appuntamento di Oderzo ai 10 chilometri della Corritreviso (26 giugno) e alla Mezza di Treviso (11 ottobre). La somma delle tre gare dà esattamente 42 chilometri e 195 metri. Un modo per mettersi alla prova, anche un po’ per gioco, in una specialissima maratona, con riconoscimento finale per tutti e premi per i più veloci di ogni categoria Fidal.

ORARI E CAST – Questo il programma della manifestazione, con i migliori iscritti alle gare internazionali. Ore 9.30Gladiatorum Race (11.097 m). 14.45Inizio gare giovanili, valide come 3^ prova del Grand Prix Giovani. 16.00Gara diversamente abili, valida per il 19° Trofeo Mobilificio Vittoria (9.800 m). 17.00Gara internazionale femminile (5.470 m): Anna Incerti, Silvia Weissteiner, Federica Dal Ri, Valentina Costanza, Giovanna Epis, Agnes Tschurtschenthaler, Anna Stefani, Michela Zanatta, Giulia Aprile, Laura Biagetti, Laura Giordano, Costanza Martinetti, Maurizia Cunico, Martina Merlo, Barbara Bressi, Francesca Iachemet, Paula Todoran (ROM), Livia Toth (UNG), Yusneysi Santiusti Caballero (CUB), Anissa Zsofia Badis (UNG), Neja Krsinar (SLO), Dana Fickerova (CZE). 17.45Gara internazionale maschile (9.800 m): Andrea Lalli, Ahmed El Mazoury, Gabriele De Nard, Francesco Bona, Simone Gariboldi, Marco Najbe Salami, Giovanni Gualdi, Daniel Hofer, Markus Ploner, Italo Quazzola, Omar Guerniche, Rudy Magagnoli, Said Boudalia, Gianluca Bello, Peter Lanziner, Diego Avon, Andrea Elia, Yassine Rachik (MAR), Goran Nava (SRB), Tamàs Kovacs (UNG), Zsolt Koszar (UNG), Isaac Kiprop (UGA), Fred Musobo (UGA), Rok Puhar (SLO).

DIRETTA TELEVISIVALe gare internazionali della 20^ corsa internazionale Oderzo Città Archeologica saranno trasmesse in diretta da Rai Sport 2, dalle 17 alle 18.30, con telecronaca di Franco Bragagna e commento tecnico del due volte vincitore della maratona di New York, Orlando Pizzolato. Previste anche due repliche: alle 23.15 di venerdì 1° maggio e alle 14.30 di sabato 2 maggio.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>