Medicina — 25 ottobre 2004

Molto spesso su campi di gara si sente parlare di Doping  ma non tutti sanno cosa sia veramente, anzi molto spesso c’è un enorme confusione tra doping e integratori.
Per doping si intende l’assunzione illegale di sostanze finalizzate a ridurre la fatica, migliorare i riflessi, migliorare la forza e la resistenza, ridurre il dolore, controllare la frequenza cardiaca e la respirazione, ridurre il peso corporeo, ridurre l’ansia, mascherare la presenza nelle urine le sostanze vietate.
L’assunzione degli integratori non è in grado di ottenere questo, altrimenti sarebbe proibito, ma consente all’organismo di dare il meglio delle proprie capacità! Una volta stabilita questa differenza di base vediamo nei dettagli che cos’è il doping.


L’origine del termine
L’origine del termine “doping” è controversa. Secondo alcuni, proviene dal fiammingo “doop”, che significa mistura, miscela di oppio, tabacco e narcotici somministrata ai cavalli da corsa nell’ 800.  Secondo altri, il termine di «doping» trova le sue origini nella lingua dei Cafri, una popolazione dell’Africa australe, che chiamava «dop» una specie di acquavite fortemente stimolante bevuta in occasione di feste religiose. Il temine venne diffuso in Europa dagli Inglesi ed era usato in generale per designare le bevande stimolanti


La legge
L’Italia è stata fra le prime nazioni a preoccuparsi del problema già dal 1954. Nel 1961 fu aperto a Firenze il primo laboratorio europeo di analisi anti-doping.  Dal 1964 (Olimpiadi di Tokyo) si iniziò ad effettuare sistematici controlli anti-doping sugli atleti.
Dal 1971 esiste in Italia una legge che punisce sia chi fa uso e chi distribuisce le sostanze proibite. Nel 1971 il Comitato Olimpico Internazionale ha pubblicato una lista di sostanze  considerate proibite e viene annualmente aggiornato


I Regolamenti
Ogni Federazione Sportiva ha il proprio regolamento e una lista di  sostanze vietate ai propri affiliati. Gli elenchi e i regolamenti differiscono da Federazione a Federazione.



Il doping consiste, nella somministrazione di sostanze appartenenti alle classi proibite di agenti farmacologici e nell’utilizzo di vari metodi proibiti.


I metodi di Doping

Il Doping ematico

Il doping ematico consiste nel prelievo (auto, etero) in un momento in cui l’atleta non gareggia, di una certa certa quantità di sangue che viene conservato. Ciò costringe l’organismo ad aumentare la produzione di globuli rossi. In prossimità della competizione, vengono reinfusi i globuli rossi  prelevati precedentemente, facendo aumentare la concentrazione di emoglobina e quindi un miglioramento della capacità del sangue di trasportare ossigeno.
Questo metodo oggi è stato  sostituito con l’utilizzo  di eritropoietina (Epo).

Manipolazione farmacologica, chimica e fisica
La manipolazione farmacologica, chimica e fisica consiste nell’uso di sostanze e di metodi che alterano o modificano  l’integrità e la validità del campione di urine utilizzato nei controlli di doping.

Classi di sostanze proibite
Le principali sostanze usate a scopo doping sono state raggruppate dal Comitato Olimpico Internazionale (C.I.O.) in 5 classi :
Stimolanti
Narcotici
Steroidi anabolizzanti
Diuretici
Ormoni peptidici e glicoproteici ed analoghi

Stimolanti
Sono sostanze che non migliorano la prestazione, ma danno una sensazione di benessere, che  si traduce in un miglioramento delle prestazioni e elevano il morale.
Esempi di tali sostanze sono le amfetamine , la cocaina , l’efedrina , l’adrenalina .
Effetti collaterali
Gli stimolanti comportano sintomi da stress, agitazione, aggressività, e disturbi psicologici come depressione e effetti di dipendenza.

Narcotici
Agiscono sul sistema nervoso svolgendo un’azione antidolorifica e calmante.
Esempi sono la morfina , i morfino-simili come la codeina.
Effetti collaterali
I narcotici  influenzano le capacità di concentrazione e di coordinazione comportano sbalzi d’umore che arrivano fino a disturbi psichici. Danno tossicodipendenza

Anabolizzanti
Sono fondamentalmente ormoni sessuali o loro derivati : il testosterone , il nandrolone , l’ossandrolone.
Gli anabolizzanti vengono usati come sostanze dopanti  nell’ambito sportivo per aumentare la massa e la forza muscolare.
Effetti collaterali
Gli anabolizzanti hanno effetti negativi al fegato, alla pelle, al sistema cardiovascolare, sulla sfera genitale sia maschile che femminile e psichica, infine aumentano il rischio di alcuni tumori.

Diuretici
Sono farmaci che aumentano la diuresi, ossia la produzione di urina. Vengono utilizzati per ridurre la presenza di altri farmaci nelle urine ed aggirare, in questo modo, i controlli anti-doping  e  per ridurre il peso corporeo laddove sono previste categorie di peso.
Esempi sono : la clorotiazide , la furosemide , lo spironolattone.
Effetti collaterali
I diuretici provocano disidratazione, alterazioni del sistema endocrino, formazioni di calcoli renali, variazioni del metabolismo degli zuccheri e dei grassi, variazioni nella concentrazione sanguigna ed urinaria di alcuni importanti componenti funzionali quali sodio, potassio, magnesio, calcio, fosfati, bicarbonati, acido urico, ecc.

Ormoni peptidici e sostanze con effetti analoghi
Rappresentano i farmaci di maggiore impiego nel doping perché estremamente attivi e difficili da scoprire.
Le sostanze più note appartenenti a questa classe sono : L’ormone della crescita (GH), il fattore di crescita insulino simile (GF1) e L’eritropoietina (Epo).
L’ormone della crescita (GH) e il fattore di crescita insulino simile (GF1)
 vengono usati come sostanze dopanti  nell’ambito sportivo per aumentare la forza e le dimensioni dei muscoli, mentre l’eritropoietina (glicoproteina, sintetizzata principalmente dai reni), è responsabile del controllo della produzione dei globuli rossi. L’uso dell’Epo nel mondo sportivo è finalizzato ad aumentare la massa dei globuli rossi e quindi il trasporto di ossigeno nel sangue nelle discipline di resistenza.
Effetti collaterali
Tra i numerosi effetti collaterali si hanno diabete, acromegalia ipertensione, aumentata incidenza di tumori, morbo di Creutzfeldt-Jakob. Per quanto riguarda l’epo aumenta la viscosità del sangue, e quindi facilita trombosi ed embolie. Può provocare inoltre insufficienza renale cronica e ipertensione

Sostanza soggette ad alcune restrizioni
Sono soggette ad alcune restrizioni le seguenti classi di farmaci:

– alcool

– anestetici locali

– beta-bloccanti

– corticosteroidi

– marijuana.
 

Autore: Nicola Peluso

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>