Medicina — 20 ottobre 2005

E’ stato presentato ieri mattina presso l’Assessorato alla Sanità della Regione Campania, al Centro Direzionale di Napoli, il libretto Sanitario dell’Atleta.
Presenti il Coordinatore dell’Assessorato il dr. Antonio Gambacorta, il presidente regionale del CONI , dr., Giovanni Ugatti e quello provinciale di Napoli, Amedeo Salerno, l’iniziativa è stata presentata alle tredici ASL della Campania.
Il libretto, novità nell’ambito della certificazione sanitaria di idoneità allo sport agonistico, rappresenta un primo importante supporto per avere anche un controllo epidemiologico sulla vasta popolazione degli sportivi agonisti campani. I dati del CONI ci dicono che i praticanti lo sport agonistico in Campania sono oltre 200 mila, un numero che potrebbe ampliarsi a dismisura se solo si aggiungessero tutti i giovani che fanno attività sportiva scolastica e i tesserati per gli enti di promozione sportiva.
Il libretto consta di due parti, una prima che dovrà essere compilata dal medico che effettua la visita medico sportiva, una seconda  da compilarsi per scopi scientifici e di ricerca al fine di effettuare elaborazioni statistico-epidemiologico.
L’avvio ufficiale si avrà con il 1° gennaio 2006, ma già le ASL della Campania dovranno provvedere a stampare una gran quantità di libretti, visto che sarà compito specifico di queste strutture sanitarie consegnare i libretti agli atleti che ne facciano richiesta. Si ricorda che comunque il libretto sarà obbligatorio e dovrà essere tenuto dall’atleta che di volta in volta dovrà presentarlo ai medici di medicina dello sport per le successive autorizzazioni.
La Regione Campania ha altresì emanato una circolare con la quale ha ridabito che le certificazioni di idoneità alla pratica sportiva dei minori e dei disabili, sono inserite nel LEA (Livelli Essenziali di Assistenza’ e quindi sono completamente gratuite. Naturalmente la gratuità è riservata a tutte le visite che si effettueranno presso le strutture pubbliche dove sono attivi i Centri di Medicina dello Sport. Sono abilitati, in Campania, alla certificazione, oltre che i Centri Pubblici, anche i medici specialisti in Medicina dello Sport  , inseriti nell’apposita anagrafe pubblicata sul Bollettino della Regione Campania (BURC) n. 38 dell’ 8 agosto 2005, nessun altro soggetto potrà quindi certificare in materia di idoneità allo sport di tipo agonistico, presso gli specialisti la certificazione è a carico economico dei richiedenti.


 

Autore: Vittorio Savino

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>