Cronaca — 20 luglio 2006

Eravamo un po’ tutti titubanti diciamolo noi che se ci affacciamo al balcone soffriamo di vertigini, noi che se saliamo in cima al Vesuvio ci si otturano le orecchie, noi abituati ai veloci e stretti tornanti del nostro vulcano e alle zone collinari della nostra Campania.


Noi che se una gara è in salita diciamo ‘è un po’ dura’ e ci sentiamo quasi eroi se riusciamo ad arrivare in cima a Montevergine, noi che partiamo in tanti e ci entusiasmiamo per le nuove esperienze e per nuovi asfalti da presentare alle nostre scarpette alla fine ci siamo andati veramente, con qualche defezione e qualche sostituzione all’ultimo momento, ma siamo andati veramente fino in Valtellina a sfidare ‘Re Stelvio’.


Siamo partiti in undici, noi dieci Amatori Vesuvio e Pasquale Di Franco, che in cima allo Stelvio ha portato i colori del G. S. Erco Sport e abbiamo partecipato domenica 16 luglio al MAPEIDAY 2006, manifestazione sportiva dedicata agli amanti della bicicletta e della corsa che coinvolge un po’ tutti i comuni della Valtellina e principalmente il paesino di Bormio, dove ogni vetrina esponeva i colori e la divisa del team MAPEI.


Un’accoglienza calorosa e un’organizzazione impensabili per noi abituati al fai da te e alle risse domenicali per arraffare il pettorale, prima, e il ristoro o il pacco gara, dopo!!!!


La mezza maratona agonistica ha preso il via alle ore 8:45: 21,097 km perfettamente misurati, che da Bormio (1225m slm) si snodano per 40 tornanti fino al Passo dello Stelvio (2760m slm) con arrivo finale sulla famosissima ‘Cima Coppi’ a pochi metri dalla stele commemorativa, nella prestigiosa cornice della Strada Imperiale (1533 metri di dislivello, con pendenza media del 7,6% e punte del 14%).


Da qualche parte ho letto un elogio del rettilineo, affidabile e rassicurante perché, invece, le curve celano insidie e non sai mai cosa aspettarti ma danno il brivido dell’imprevisto aggiungo io, e trovarsi davanti la ‘scala’di tornanti che si inerpica lungo la parete della montagna è stato davvero emozionante per tutti noi . E se poi ci aggiungi la strada che lentamente si inclina quasi a voler ostacolare la nostra corsa diventa una vera e propria sfida.


Ma una sfida pacifica, con la mente tranquilla e tanta serenità ispirate dalla natura che ti rapisce e ti avvolge e ti impedisce quasi di pensare: un verde pallido punteggiato dal blu della genziana, il grigio rossastro della roccia, ogni tanto il rumore scrosciante delle cascate e in lontananza il ghiacciaio fermo e immobile. La sensazione di correre in uno spazio sconfinato.


 E poi la festa dello sport. Tanti atleti a piedi e in bicicletta e tanta gente a sostenere i partecipanti, a gioire e a incitare


E tutti siamo arrivati al traguardo, onorando degnamente l’impegno e piazzando due atleti, Gioconda Di Luca (TF) e Francesco Tarallo (JUN) al primo posto delle rispettive categorie con 2h27’04’ e 2h00’40’. Grande prestazione per Amerigo Carbone (2h08’06’), Luigi De Crescenzo (2h22’47’), Antonio Pondo (2h23’13’), Raffaele Cerciello (2h30’56’), Vittorio Perna (2h33’16’), Giovanni Cimminiello (2h39’42’), Rosario Romano (2h41’40’) e Raffaele Aurino (2h52’05’). Ottimo anche il tempo dell’atleta Erco Sport, Pasquale Di Franco, che ha completato la gara in 2h13’56’.


E dopo il traguardo un ristoro organizzato da tanti giovani sportivi bormiesi in collaborazione con gli alpini che con tanto di piuma hanno versato da bere a tutti. Ovviamente i panini erano alla bresaola!!!!


Che aggiungere? Esperienza davvero esaltante, di quelle che ti danno la sensazione di poter fare sempre di meglio esperienza da raccontare, illustrare e suggerire agli amici podisti che come noi amano la corsa e un po’ di più la corsa in montagna e per noi esperienza da ripetere, magari sfidando altre vette e altre altitudini.


Alla MAPEI va il sincero ringraziamento di tutti gli atleti per l’ospitalità ricevuta.


 

Autore: Gioconda Di Luca

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>