Cronaca — 28 marzo 2006

Preso d’assalto Nicolosi in occasione del 3° Trofeo ‘San Giuseppe’, organizzato dalla Genesis Catania, con la collaborazione della Fidal di Catania, lo S.C. Rugby, il  patrocinio del Comune e dell’APT di Nicolosi, della Provincia Regionale di Catania. Il 2° Grand Prix Provinciale Giovanile Fidal di corsa è partito di gran carriera con un nugolo di partecipanti riuniti in piazza Vittorio Emanuele nel primo tiepido sabato di primavera, ai piedi della Chiesa Madre, la ‘Matrice’ dei nicolositi, di stile barocco, attribuita all’architetto G.B. Vaccarini. Il copione è identico a quello dello scorso anno, quando alla prima superba edizione del Grand Prix – voluto dal presidente della Fidal etnea Emanuele Biancarosa appena insediato – gareggiarono oltre mille giovani nelle quattro prove, dando nuova linfa all’atletica catanese. Nicolosi – la Porta dell’Etna, a quota 702 metri – è un centro vitale per il nostro movimento, merito dell’Amministrazione comunale, nelle persone del sindaco Salvatore Moschetto, il vice Salvatore Mazzaglia e dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo.
Nella corsa più attesa sui km 5,700, pari a sei tornate del percorso nel centro cittadino di Nicolosi, Giovanni Cavallo dello Sprinteam, 29 anni, si è lasciato dietro il compagno di fuga Alfio Scalisi (Futura Paternò) prima dell’ultimo giro e ha vinto con distacco sull’avversario, 17’20’ e 17’31’ i rispettivi tempi. Giovanni, nato a Modica, vive a Cassibile e si allena a Lentini, sotto la guida di Basilio Gurgone, alla sua terza stagione è passato nell’altra sponda degli assoluti, dopo aver dominato nel 2005 il Grand Prix Sicilia Amatori/Master di corsa con dieci cavalcate vincenti su dodici. Il passaggio invece di Scalisi, 32 anni, da amatore a seniores è avvenuto nel 2005, una carriera per l’atleta di Belpasso iniziata all’età di 13 anni e nel 1991 lo troviamo promettente allievo, costretto poi ad una  pausa dal 1993 al ’96. Al terzo posto il marocchino di Motta Sant’Anastasia Abdellah Boufiss in 17’38’, che si trovava in compagnia di Scalisi e Cavallo sino a metà gara. Nelle precedenti edizioni del Trofeo ‘San Giuseppe’ Cavallo si era piazzato secondo nel 2005, Scalisi terzo nel 2004 e 2005, Boufiss quarto (2004). Dietro questo terzetto si sono classificati l’amatore Francesco Cori dell’Atl. Niscemi (17’55’), Vincenzo Agnello di Mistretta (Futura Paternò) in 18’04’ e il catanese Riccardo Lanzafame (Sprinteam) in 18’08’.
Entusiasmo a non finire dei montanari di Nicolosi per la gara femminile sui km 3,800 (quattro giri), con Sofia Biancarosa, 23 anni, che ha concesso ai paesani il bis del 2005. La catanese con la nuova maglia della Cover Mapei di Verbania al primo giro è transitata in 3’10’ insieme a Sabrina Ingallinera di Modica (Cus Catania), al secondo (6’25’) aveva già un vantaggio di quaranta metri su Piera Petralia (Marathon Club Biancavilla), Tatiana Betta (Sal Catania) e l’allieva Giulia Serio (Cus Catania). Un trionfo per Sofia in 13’13’ (lo scorso anno 13’53’), campionessa italiana promesse nella maratonina di Recanati il 4 settembre 2005, ai posti d’onore le brave Serio di Piedimonte Etneo (13’21’) e Petralia (13’27’). Nel 2004 sempre qui a Nicolosi Sofia Biancarosa era giunta seconda in 13’26’ dietro l’azzurra Agata Balsamo (12’29’). Quarta Tatiana Betta in 13’38’ davanti a Francesca Grigorio (13’52’) e Maria Cristina Petralia (14’01), entrambe del Marathon Club Biancavilla.     
Seguite con calore dallo speaker Vito Riolo le gare giovanili e affermazioni di Salvo Valvo (7 anni) dell’Atl. Catania, Iole Distefano (10) della Puntesathletic, Andrea Strano (11) del C.A. San Pietro Clarenza, Ramona Pappalardo (ragazze) dell’Atl. 2001 San Pietro Clarenza, Placido Lanza (ragazzi) del Marathon Club Biancavilla, Giuseppe De Luca (allievi) dell’Atl. Misterbianco. Belle affermazioni tra le cadette di Giovanna Manzone (Atl. Acireale) e tra i cadetti di Giuseppe Quaceci (Atl. Misterbianco).


     


 


Nella foto l’arrivo vittorioso della catanese Sofia Biancarosa (Cover Mapei) in piazza Vittorio Emanuele a Nicolosi.

Autore: Michelangelo Granata

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>