Cronaca slide — 28 settembre 2013

Americna a NapoliNon poteva che essere spettacolare e avvincente la Prima volta in piazza di “Un’Americana a Napoli” (uno degli appuntamenti della Caracciolo Gold Run 2013). Non poteva che essere tale, vista la scenografia che l’arte e la storia hanno donato alla magica piazza del Plebiscito, e vista la qualità degli atleti in gara. Ottima la scelta di Mimmo Scognamiglio, e con lui Clemente Merone e Franco de Falco (e della Napoli Sport Events tutta), di fare vivere questo tipo di gara nel Cuore della piazza più conosciuta e bella di Napoli. Un circuito di 400 metri, realizzato all’interno dei 25000 metri quadri di quella che veniva chiamato un tempo “Largo di Palazzo”, con partenza, passaggi e arrivo proprio dinnanzi al palazzo reale, sfiorando palazzo foresteria e palazzo Salerno, senza scordarsi della chiesa di San Francesco di Paola e del delicato profumo di caffè, che non poteva che provenire dal mitico Bar Gambrinus. Magica serata in piazza del plebiscito, iniziata con una passerella agonistica per atleti Amatori/master impegnati sui 3000 metri (vittoria per Pino Falanga in 9’54”, secondo Giovanni Langella della Marathon Club Stabia in 9’59”, terzo Ciro Martino del Montemiletto Team Runners) poi spazio alle Master sugli 800 (con Maria Verolla, del team Arca Aversa, alla vittoria e Margherita Cacace a circa 7”). Così come naturale che fosse, ecco che poi tutte le attenzioni si sono concentrate sull’evento clou della serata, l’attesa Americana. Driver, perfetti, Clemente Merone e Giuseppe Forino, giro dopo giro la selezione, seguita con partecipazione e interesse da un buon pubblico. Sprint dopo sprint, eliminazione dopo eliminazione, la vittoria è andata al Keniano David Ngeno, con un grandissimo Natale Napoli capace di tenergli testa fino all’ideale filo di lana, con Jawad Soigra che si è dovuto accontentare di una comunque ottima 3 posizione. Per fare intendere meglio il livello qualitativo dell’evento, ecco che in quarta posizione è arrivato Gilio Iannone, più volte campione italiano dei 1500, e dietro di lui l’altro keniano in gara, Boniface Bii. C’è stato spazio anche per gli amatori/master, con una gran prova per Massimiliano Fiorillo (Pod. Cava) capace di una 7 posizione assoluta (e primo master, naturalmente).

Grande idea quella dell’Americana a Napoli, ancor più bella l’idea di farla vivere in Piazza del Plebiscito. Esperienza da riproporre, senza alcun dubbio!

Marco Cascone

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>