TuttoCampania — 18 novembre 2012

Avevo avvertito tutti: attenti al ritorno in gara del talento di Antonello Landi. Avevo avvertito soprattutto gli atleti Magrebini, gli atleti Marocchini che dominano le gare Campane da un bel po’ di tempo: “Antonello Landi sarà la punta di diamante degli atleti non Africani delle nostre domeniche agonistiche.” Conosco Antonello da anni e rivederlo correre, riprendere a correre dallo scorso anno, e proprio da Baiano e dal Memorial Nico Guerriero del 2011, mi portò ad avvertire tutti che, se Landi avesse continuato ad allenarsi e farlo con impegno, sarebbe stata durissima per tutti batterlo. Non era difficile prevederlo (visto il suo grande e recente passato agonistico) e quanto successo stamane, alla terza edizione della gara organizzata da Fortunato Peluso e il suo Team (Baiano Runners), è stata l’evoluzione di un crescendo, gara dopo gara, dell’atleta oggi in forza all’Isaura Valle dell’Irno: atleta che è stato per anni tra i più forti D’Italia, e stamane hanno capito tutti il perché.

Pochi giorni fa ad Arezzo il suo 1h06’ sulla mezza maratona, stamane il suo dominio in gara sulla 10,150 del comune Avellinese. Un crono di tutto rispetto per lui (31’27”9) che non ha lasciato spazio alcuno agli avversari. Solo Ismail Adim (Napoli Nord Marathon) ha tentato di tenere il ritmo, per poi essere costretto a lasciare andare il compagno di fuga e curare il suo secondo posto, attento al rientro di Jawad Souigra (poi arrivato terzo). Quarta e quinta piazza per El Mouaddine Abdelouhab e per il giovanissimo Umberto Carpenito (Montemiletto Team Runners).

La gara femminile non ha avuto storie, sin dalla partenza. Troppo forte per le avversarie la Marocchina Kadija Laaroussi, troppo forte la sua media finale (3’46”) per una vittoria in tutta serenità. Bella comunque la prova di Filomena Palomba (Centro Ester) capace di un ottimo 41’45” finale, considerando anche che il percorso di Baiano non è proprio facilissimo. Terzo gradino del podio per Jean D’Argenio (anche per lei un crono più che positivo: 42’32”). Ai piedi del podio Annamaria di Blasio (Tifata Runners Caserta) e Lucia Avolio (Napoli Nord Marathon).

La classifica a squadre è andata alla Napoli Nord Marathon.

Record di iscritti e record di arrivati alla terza edizione del Memorial Nico Guerriero. Ma, al di là dei numeri, Fortunato Peluso ha di che andare orgoglioso per il risultato organizzativo raggiunto. Risultato frutto di passione e voglia di ben fare. Passione e voglia di fare bene che ha riguardato ogni singolo collaboratore del team da lui coordinato: il team Baiano Runners.

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>