Cronaca slide TuttoCampania — 26 aprile 2019

atripalda 2019 irpina correAtripalda, con la sua Irpinia Corre, è patrimonio della Campania che organizza, dona emozioni, corre. Per fortuna che Gianni Solimene, ed il suo straordinario team di collaboratori (e con loro l’intera città), lo scorso anno ci hanno donato nuovamente questo gioiello organizzativo, riportandolo ai grandi fasti di un tempo, esaltando spettacolo e partecipazione (a tutte le età). Al di là del momento agonistico (esaltante, e di cui tra poco farò cronaca) amo sottolineare soprattutto che questa gara, che questo evento, è davvero  patrimonio di tutti, e tutti si sono giustamente sentiti coinvolti (dall’amministrazione alle forze dell’ordine, dalle Associazioni alle Federazioni, e soprattutto il pubblico: numeroso, gioiosamente fragoroso).

Gara

Non poteva che essere una gran gara dal punto di vista agonistico e cronometrico: del resto gli atleti previsti al via erano di loro già sintesi di valore Internazionale, e di valore internazionale poi si è trattato.

Sia in campo maschile sia in campo femminile c’è stata la vera e propria demolizione del record del percorso, con uno stellare 28’53” di Sammy Kipngetich, seguito da un’altra grande prestazione, quella di Andrew Mang’ata (29’38”), con il compagno di squadra dell’internationale Security Service (Hicham Boufars) capace di un crono di 30’08”. A seguire Youssef Aich (Mondargone in Corsa) e i primi tre italiani all’arrivo: Gilio Iannone, Vincenzo Lembo e Salvatore Rocco.

Gara donne di spessore assoluto, come dicevo. Vittoria per Lenah Jerotich (34’14”) con la connazionale Vivian Kemboi a 7 secondi, terza (Caivano Runners) la Marocchina Asmae Ghizlane. Prime tre Italiane: Paola di Tillo, Grazia Razzano e Francesca Maniaci.

Classifica per team andata alla Caivano Runners.

Che gara questa di Atripalda: capace di un coinvolgimento totale, della partecipazione di tutti, strizzando l’occhio al futuro (visti i tantissimi ragazzi, protagonisti gioiosi della stracittadina).

Complimenti a Gianni Solimene e chi lo affianca per questa splendida avventura, chiamata “l’Irpinia Corre”

Marco CasconeMarco Cascone

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>