Cronaca — 03 febbraio 2007



I gravissimi episodi di violenza scoppiati venerdì sera 2 febbraio in occasione del derby di calcio Catania-Palermo e culminati con la morte dell’ispettore capo Filippo Raciti, 38 anni, oltre al ferimento di un centinaio di persone tra civili e rappresentanti delle forze dell’ordine, hanno profondamente ferito l’animo e la sensibilità dell’intera comunità catanese. Pertanto le autorità cittadine hanno deciso di annullare tutte le manifestazioni non religiose legate alla festività patronale di Sant’Agata e quindi anche la disputa della 45a edizione del Trofeo podistico in programma questo pomeriggio di sabato 3 alle ore 15 è stata cancellata.



La decisione è stata presa questa mattina al termine del vertice tenutosi con l’arcivescovo di Catania S.E. Mons. Salvatore Gristina, il prefetto di Catania S.E. Anna Maria Cancellieri, il questore di Catania Michele Capomacchia, il sindaco di Catania Umberto Scapagnini, il presidente della Provincia regionale di Catania Raffaele Lombardo, il presidente del Consiglio Comunale Roberto Commercio e il presidente del Comitato per i Festeggiamenti agatini Luigi Maina. Le festività agatine che si concluderanno lunedì 5 febbraio devono essere un momento proficuo di riflessione profonda sull’urgente necessità di un recupero dei valori etico-morali e socio-culturali della comunità etnea, messi duramente a repentaglio da criminali che hanno usato lo sport per fare guerriglia.

Autore: Michelangelo Granata

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>