TuttoCampania — 02 aprile 2013

Daniele CaprioPiù che sul momento agonistico (che comunque è stato coinvolgente, faticosissimo per tutti, ma bello e partecipato) mi piace da subito sottolineare quanto vissuto nel post gara, quando il piacere del Trail del Monte Taccàro (ad Angri) si è trasformato nel piacere dello stare assieme, nella gioia della condivisione e delle nuove conoscenze, o approfondimento di quelle di sempre.  Da dire che il Trail, tutte le gare trail, portano nel loro dna una bella sensazione di solidarietà tra gli atleti: sarà per la durezza del tracciato, sarà per il clima che si instaura e il feeling con la natura, ma questo aspetto delle gare trail è davvero unico, piacevolissimo. La gara di Angri, il trail organizzato da Aniello Cannavacciuolo (Presidente dell’ Angri Runner Team) riesce persino ad esaltare tutte questo, fornendo l’opportunità di coinvolgimento totale anche dei familiari degli atleti. Vincente la formula “gara-convivio”, per godersi assieme la Pasquetta, miscelando Sport e Buona cucina. La gara (tosta più che mai, per un tracciato di 12,7 km) è stata vinta in campo maschile da un giovanissimo Daniele Caprio, Amatori Running Sele. Da tenere molto in considerazione questo ragazzo, farà la differenza in molte gare di trail. Così come ha ben impressionato la gara di Giuseppe Angelillo (Nikaios Gragnano), neofita della specialità ma subito capace di mettere in fila ottimi specialisti. Terzo al traguardo Gaetano Dentato, Marathon Clun Stabia, con Emilio Luce e Giovanni Tolino alle sue spalle. In campo femminile Teresa Galano (Atl. Scafati) non poteva mancare all’appuntamento con la Vittoria, e all’appuntamento è arrivata precisa, rispettando il pronostico. Alle spalle di Teresa, l’arrivo dell’Americana Ashley Cox. Terza  Rosaria Ruggiero, Napoli NordMarathon. Ai piedi del podio, Letizia Martignetti e Vincenza Colantoni.

Un grande complimento a tutti i collaboratori, uno in particolare al direttore tecnico della competizione: Enzo la Mura. Nulla al caso, puntuale e professionale, persino più di sempre: bravo Enzo.

Bella la gara ma, lasciatemelo dire di nuovo, delizioso il post gara. Oltre 300 gli ospiti della pizzeria Elisa Mascolo. Mega-tavolate e balli di gruppo (per chi aveva ancora un briciolo di energie da consumare), dolci a volontà per cercare di ristabilirne le riserve, ma ancor di più per esaltare il palato di ognuno.

A fine serata, il momento spirituale, con la Santa Messa celebrata da Don Luigi.

Non ho ancora visto quando cadrà la Pasquetta 2014, ma so già di certo che la tradizione di questo Trail (e della festa che ne segue) sarà sempre più tale, visto il successo riscosso anche, e ancor di più, quest’anno.

 Marco Cascone

(nella foto, di Alessandro Ponticelli, il Vincitore: Daniele Caprio)

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>