Cronaca — 23 luglio 2006

Una gara sempre più apprezzata dai fondisti romani e non solo che per il quinto anno si sono cimentati nella Cronoscalata del Terminillo, gara podistica atipica nel Lazio, che si svolge lungo un percorso montano (quota 1600 m.) di 7,5 km con la formula della partenza scaglionata per ogni atleta. Dopo le partecipazioni negli scorsi anni di alcuni tra i più forti atleti nazionali, è il caso di Bruna Genovese, Rosita Rota Gelpi, Angelo Carosi, solo per citarne alcuni, quest’anno l’attesa era per il campione italiano dei 3000 siepi, Angelo Iannelli e per il Carabiniere volante, Alberico Di Cecco, al ritorno ufficiale in gara dopo alcuni mesi di stop, mentre in campo femminile la favorita della vigilia era Gegia Gualtieri del CS Esercito.
Prime partenze per le 30 donne iscritte, tra le quali anche alcune azzurre del pentathlon moderno (così come in campo maschile c’era l’intera nazionale juniores di pentathlon moderno), con la Gualtieri ultima sulla linea di start ma prima alla fine sulla linea di arrivo. Successo in 27.07 per la forte fondista dell’Esercito, con le marocchine Laaroussi (27.47) e Janat (27’50) che hanno chiuso alle sue spalle.
A seguire i 115 uomini che a metà del percorso hanno iniziato a ricongiungersi creando un serpentone lungo le aspre montagne reatine. Per gli italiani non c’è stato nulla da fare contro lo strapotere dei tre marocchini che hanno composto il podio. Primo sul traguardo Cerqaoui Laalami, già vincitore delle edizioni 2002 e 2004, che ha chiuso in 22.34, davanti a Cerqaoui El Makhrout (23.11) e a Abdelekrim Kabburi. Primo degli italiani Marcello Capotosti del Violetta Club (23.40), che ha preceduto Angelo Iannelli delle Fiamme Azzurre (23.50), Giorgio Calcaterra dell’RCF (24.06) e Alberico Di Cecco del CS Carabinieri (24.27). 
Una gara dura quanto spettacolare, per la formula quanto per il territorio che si attraversa, che ha avuto anche un enorme successo di pubblico lungo il percorso.
L’obiettivo dell’Italia Marathon Club e della Provincia di Rieti è di far diventare la Cronoscalata nei prossimi anni un appuntamento di livello internazionale, vista anche la buona ricettività turistica del Terminillo e la vicinanza con Roma.

Autore: Italia Marathon Club

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>