Cronaca — 04 aprile 2011

Un anticipo d’estate ha abbagliato Agropoli e gli atleti al via dell’edizione 2011 della Mezza Maratona Cilentana. Un anticipo d’estate che ha reso ancor più bella e coinvolgente la gara organizzata da Roberto Funicello. Temperatura sopra la media quindi, ma tasso di umidità non proibitivo, cosa che di conseguenza non ha condizionato l’avanzare degli atleti verso il traguardo. Hillary Kiprono le ha tentate tutte per stabiire il nuovo record dell’Agropoli Half Marathon. Alla fine però 31′ lo hanno separato dalla migliore prestazione di Gianluca Ricci del 2009. Giusto il passaggio a metà gara (29’57’) ma il fatto che il Keniano sia restato praticamente da solo nella seconda parte del tracciato ha fatto la differenza: 1h04’00’ per la vittoria, così come vittoria fu nel 2010. Gara più regolare per Meriyem Lamachi. Tornata a gareggiare in Campania Meriyem ha corso sul ritmo dei 3’35’/36′ dall’inizio alla fine, tanto da registrare un parziale al 10 km di poco superiore ai 35’50’, fermando poi il crono al traguardo sull’1h15’53’. Resta anche per lei lontano il suo record del tracciato (recente, visto che lo ha stabilito nella scorsa edizione con 1h13’24’). Se per le vittorie non c’è stata praticamente storia, diverso il discorso ai fini dell’assegnazione delle altre posizioni da podio e non solo. Squalificato il Marocchino Tarik (giunto secondo al traguardo in 1h05’40’ ma non in regola con tesseramento), a salire sul podio l’altro keniano in gara: Talam Kipkeme. Primo dei Campani al traguardo (1h07’31’), e terzo nella classifica generale, Maksym Obrubanskyy. Abdelkebir Lamachi paga il ritorno recente dal suo corposo periodo in altura, con un 1h07’53’ che non rende certamente merito al valore Internazionale dell’atleta del team Il Laghetto. Grande prove per Pasquale Scala (Hinna), al suo personale sulla distanza (1h08’18’ di grande spessore, soprattutto in proiezione del prossimo futuro) e altrettanto prova di valore per Ivano Felaco (Atl. Marano), 6° all’arrivo con 1h09’29’.


Detto che Meriyem Lamachi ha fatto gara a sé, il confronto per i gradini laterali del podio è stato interessante, sin dal via. Alla fine per la seconda piazza l’ha spuntata Roberta Boggiatto (Villa Guglielmi), con un 1h23’35’ niente male. Tina Franzese (Atl. I Pini di Crispano) ha lasciato il segno: 1h25’57’ per una terza posizione che conferma le qualità dell’atleta allenata da Angelo Guardabascio. Luisa Corso è da sempre amica dell’Agropoli Half Marathon e da sempre ne è una delle protagoniste. Conferma in questa edizione della Maratonina Cilentana e quarto posto per lei (Luisa corre per la Libertas Atletica Lamezia). Due Campane in quinta e sesta piazza: Cathy Barbati per il team Baiano Runners e Giovanna Landi per i Podisti Cava Picentini Costa D’Amalfi).


Classifica a squadre vinta dall’Amatori Vesuvio.


A fine giornata, con il sole che abbagliava il palco delle premiazioni, anche la presentazione ufficiale delle Mezze Maratone inserite nel circuito della ‘Grande Corsa del Mediterraneo: Spagna (Ibiza) Cipro, Malta, Grecia (Olimpia) ed Egitto (Sharm).  Grande Corsa del Mediterraneo voluta e ideata da Roberto Funicello, con l’Agropoli Half Marathon quale spunto e forza trainante, per un 2012 ancor più agonisticamente e turisticamente esaltante.

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>