Cronaca slide TuttoCampania — 25 marzo 2018

agropoli 2018Personalmente la ritengo la migliore edizione dell’Agropoli Half Marathon. Questa 19^ edizione ha esaltato ancor di più la bravura organizzativa di Roberto Funicello, il tutto suggellato da una giornata climaticamente perfetta: in barba alle nefaste previsioni che davano pioggia e vento. Ed invece, ecco che a tutti è stata data l’opportunità per correre al meglio, sfruttare in toto il percorso bellissimo e veloce della Mezza Maratona del Mediterraneo (da un’idea del grande Pietro Mennea). A farla ancor più grande è stato l’aspetto agonistico: esaltato da momenti adrenalinici incredibili, basta dare un’occhiata alla foto che pubblico, che ne è una sintesi.

Gara

Dicevo delle condizioni atmosferiche: temperatura sui 12 gradi, quasi assente il vento, nuvoloso, tasso di umidità accettabilissimo. Ed ecco che a questo quadro positivo del campo gara, ha fatto seguito una competizione davvero bella, mai avulsa da emozioni, dalla partenza fino all’atleta che ha chiuso la 21 km della splendida città Cilentana.

In campo maschile una gara solitaria per Youssef Aich (Il Laghetto), con passaggi regolarissimi e media finale per la vittoria di 3’14”, con time poco superiore all’1h08’. Se per Aich c’è stata gara solitaria, l’opposto per chi inseguiva ed ha dovuto impegnarsi sin all’ultimi centesimo di secondo per fare suo il gradino numero due del podio. Infatti, ci siamo gustati una volata lunghissima e spettacolare tra Alberigo di Cecco e Marco Piccolo (International Security Service). Ed è stato proprio Marco a vincere questo lungo duello (50 centesimi di secondo tra i due), stabilendo, tra l’altro, un nuovo e grande best sulla 21 km: 1h10’32”. Ad Hamid Kadiri e Marco Barbuscio la quarta e quinta piazza.

Gara femminile con monologo di Malika Bel Lafkir (Caivano Runners), con bella vittoria sul piede dei 3’39” a km. Seconda al traguardo l’altra Marocchina in gara (team il Laghetto): Janat Hanane (per lei 1h23’02”). Terzo gradino del podio, dopo una grandissima gara, la prima italiana al traguardo, con il suo nuovo best sulla mezza maratona: Marina Lombardi, 1h23’58” per lei (Atl. Cascina). Bella la sua emozione dopo l’arrivo, per un sogno realizzato: scendere sotto il muro dei 4’00” a km (3’58”8 per la precisione). Quarta all’arrivo (nonostante la fatica del trail di domenica scorsa a Positano, che tra l’altro l’ha vista vincente) Alessandra Ambrosio (Amatori Atletica Napoli): per lei 1h30’14”. Gran gara per Alessandra, gran gara per Patrizia Picardi (Il Laghetto), capace di arrivare quinta, con un ottimo 1h30’31” finale.

La speciale classifica a squadre è andata al Team Il Laghetto.

E’ stata una grande domenica delle Palme quella vissuta agonisticamente ad Agropoli: c’è stato spettacolo, emozioni, adrenalina. In pratica tutto quanto si cerca e si chiede ad un evento.

La pioggia ha aspettato che tutto finisse, e in attesa di venire giù si è emozionata assieme a noi.

marco cascone 2018 santa maria a vicoMarco Cascone

Vieni sul mio blog.  https://marco-cascone.tumblr.com/

 

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>