TuttoCampania — 06 gennaio 2012

Autore: Marco Cascone –

Onore al Presidente Giovanni Zito. La sua gara, il suo Trofeo della Befana ha colpito nel segno, così come lui avrebbe voluto. Il Dna non mente, e il dna di Giovanni è stato magnificamente tradotto nel bell’evento che abbiamo vissuto ad Acerra, autore del quale non poteva che essere il figlio Antonio, nell’emozione del ricordo di papà. Perfette anche le scelte operative decise quest’anno: partenza con atleti ben raccolti in luogo d’avvio, operatività della macchina organizzativa all’interno del 2° Circolo Didattico, luogo anche deputato per le premiazioni. Qualche bel cambiamento, seguendo la scia di quanto Giovanni ha realizzato negli anni. Il trofeo della Befana si rinnova nella tradizione, e lo ha fatto nel modo migliore.

Gara

12 km che si confermano veloci, con tracciato che permette prestazioni di valore. Bella gara sia in campo maschile sia in quello femminile. Grossa partecipazione, anche in questo caso a conferma della Tradizione del 6 gennaio.

In campo maschile una vittoria senza ansie per Angelo Iannelli. Cambio di ritmo nel finale (dopo un passaggio sui 15’35” ai 5.000) e arrivo solitario per il forte atleta delle Fiamme Azzurre Roma. Per Angelo un buon 36’47” all’arrivo, sul piede dei 3’04” a km. Peccato del fuori gara di Paolo Ciappa. L’Atleta Napoletano (allenato dal papà, dottore Giampaolo), in procinto di passare all’Enterprise Sport&Service, fuori gara per momentaneo mancato tesseramento, ha scelto comunque di onorare la memoria di Giovanni Zito ed ha preso il via, giungendo ad una trentina di secondi dal vincitore. Bella la gara di Pasquale Scala, al suo esordio con l’Enterprise Sport&Service. Suo il secondo posto, con un 37’48” non male. Gran gara per Peppe Angelillo, Nikaios Gragnano. L’Atleta Nolano ha saputo controllare gli avversari, salendo sul terzo gradino del podio con un probante 40’58”.

La gara donne ha visto, fino a due terzi della stessa, l’annunciato confronto tra Annamaria Vanacore e Alessandra Insogna. Nella terza parte di gara poi la differenza: Annamaria tiene alto il ritmo, Alessandra accusa un po’ di fatica. Alla fine per la Pompeiana Vanacore (in forza all’Atl. Scafati) per la vittoria basta un buon 45’50” (3’49” a km) con la Insogna (Amici del podismo Maddaloni) a 30”. Ottima prova per Loredana Vento, suo il terzo posto in 47’13” (3’56” a km).

In tantissimi hanno onorato il Trofeo della Befana, giunto alla sua 23ima edizione. In tantissimi hanno voluto ricordare così Giovanni Zito. Ad onorare il suo ricordo e a farlo al meglio dal punto di vista organizzativo ci ha pensato Antonio, e con lui Virginia e i tantissimi collaboratori che hanno voluto e saputo dare il meglio. L’emozione della signora Maria, (moglie di Giovanni) nel momento che Annamaria Vanacore le ha voluto donare il trofeo vinto in gara, è stata la sintesi di quanto vissuta in terra Acerrana.

Sicuri che, dall’alto, il sorriso orgoglioso del Presidente non è mancato.

Share

About Author

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>