slide TuttoCampania — 06 gennaio 2020

acerra 2020 podio uomini31^ edizione del Trofeo della Befana ad Acerra: la migliore nella sua lunga storia.

Bravissimo Antonio Zito nel fare oro di piccoli consigli, per accorgimenti da curare per la sua già bella e storica gara. E questa qualità (che purtroppo non è di tutti gli organizzatori…) ha fatto sì che la 31^volta ad Acerra fosse la volta migliore in assoluto. Tutti i singoli aspetti organizzativi sono stati puntualizzati e ottimizzati, per un risultato totale che rende ancor più prestigiosa una gara già di suo inserita nel tessuto sociale di Acerra, ed in quello passionale degli atleti Campani.

Gara

Percorso confermato, veloce quanto basta, con condizioni climatiche ottime, fatto salvo un vento fastidioso, presente soprattutto nei km finali.

In campo maschile passaggi sul piede dei 3’00” a km, per poi solo una flessione proprio nel finale, causa vento, con comunque una chiusura in 30’39” del vincitore: Hicham Boufars (International Security Service). Ottima anche la prova di Gilio Iannone (Carmax), mai domo, capace di chiudere a soli 12” dal leader, tenendo a bada un performante Raffaele Giovannelli, 31’10” per lui.

Gara donne con l’assolo, come al solito, di Janat Hanane (Finanza Sport Campania): tranquilla vincente in 36’41”.  Ma con confronto aperto per le altre posizioni da podio, tra Martina Amodio, Grazia Razzano, Annamaria Capasso e Filomena Palomba. Tutte fianco a fianco fino ai 3,5 km, quando la differenza ha iniziato a farla Martina Amodio (Napoli Running/Stufe di Nerone) con parziali sui 3,50/53” a km, per portarsi al traguardo in seconda piazza, con un ritorno per lei sotto i 39’ che risponde appieno alle attuali attese per la ragazza di Soccavo (per la cronaca 38’41” finale). A Grazia Razzano il terzo gradino del podio, con la ragazza a firma Caivano Runners poco sopra i 39’. Quarta e quinta piazza per Filomena Palomba e Annamaria Capasso.

Classifica a squadre andata al team Podistica Frattese.

Va in archivio la migliore edizione di una gara che è storia, tradizione, organizzazione. Con anche il sindaco al via (niente male il suo 43’30” finale) e una comunità (Acerra) che, oramai, oltre che per la maschera di Pulcinella è conosciuta anche per la Befana.

Ma non la vecchina che porta dolciumi e carbone, ma per il Trofeo: tutto a firma Famiglia Zito, tutto a firma Atletica 88 Acerra, naturalmente!

marco cascone universiadiMarco Cascone

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>