slide TuttoCampania — 20 ottobre 2019

podio albanova running 2019Giusto il titolo. Infatti, bella l’Albanova Running lo è sempre stata, ma questa settima edizione ha superato ogni altra sua bellezza, proponendosi quale gara da imitare, per chi aspira alla qualità assoluta. Chi ha deciso di esserci (ed eravamo davvero tanti) si è portato a casa quella piacevolissima sensazione di essere stato il destinatario del bello, di un ingranaggio organizzativo perfetto nella sua sincronia, nel suo proporsi, nel suo sapere accogliere e fare dell’ospitalità un Must.

Gara

La scelta della partenza alle 8,30 è stata perfetta anch’essa, visto il caldo che poi è sopraggiunto. Un posticipo d’estate che avrebbe appesantito il ritmo degli atleti, ma che invece ha solo sfiorato l’arrivo degli atleti che sono giunti al traguardo oltre un’ora dal via. Temperatura perfetta quindi e umidità nel giusto, ed ecco che (unitamente al percorso piatto) la cosa ha favorito ottime prestazioni.

Gran gara di Marek Hadam (Il Laghetto). Sa gestirsi al meglio Marek, e dopo la non buona esperienza a Telese sulla mezza, dovuto a qualche errore “tecnico”, ecco che l’atleta Ucraino ha fatto tesoro degli errori stessi ed ha piazzato una gran prova in terra Casalese, passando per San Cipriano d’Aversa. Per Marek vittoria arrivata sul piede dei 3,18 a km (dopo un anticipo di km di circa 14 fatti prima del via, visto il suo programmare la Maratona a Dicembre). Tutte Magrebine le posizioni a seguire: Hicham Ackal a 18”, Mohammed Lamghali (Pod. Sammaritana), Mohammed Nour Eddine e Taofik Bensaikouk (San Marzano Team Runners). Primo degli Italiani all’arrivo Enrico Iorio, atletica Marano.

Gara femminile con una bella vittoria per Ela Stabile. Niente male il suo 4,04” di chiusura in media finale. Media che le ha permesso di staccare Filomena Palomba (arrivata a 20”) e Giuseppina Lamula (Atl. Teverola). Quarta e quinta posizione per Anna Trinchillo e Katiuscia Capua.

Classifica a squadre andata alla Podistica Frattese.

Esordio organizzativo alla Presidenza della RunLab di Agostino d’Alterio. Tante le giuste ansie, per una grossa responsabilità. Ma il team tutto si è stretto attorno a lui, ha operato persino meglio degli altri anni, ed ha realizzato qualcosa di speciale:

la grande bellezza della Albanova Running.

marco cascone teleseMarco Cascone

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>