Cronaca — 10 marzo 2019

Dopo la pioggia e vento della scorsa edizione quest’anno a Pieve di Cento (Bo) i partecipati oltre 4500 nel totale sono stati beneficiati da una splendida giornata con temperatura mite e neppure troppo soleggiata che ha sicuramente contribuito alla partecipazione di massa. Grande presenza dei bambini delle scuole e dei camminatori per un totale di 3900 iscritti mentre erano 580 gli iscritti alla prova competitiva sui 21 km, un numero chiuso per esigenze organizzative e di medaglie e alla fine i classificati  sono stati 565. Mattinata dedicata ai camminatori e alla gare giovanili poi alle 10 precise il via della 36^ Maratonina della 4 Porte sul classico percorso collaudato da anni e che in tempi lontani fece registrare anche il record italiano femminile sulla mezza maratona, mentre il record femminile della gara è di Maura Viceconte che purtroppo non è più tra noi. La gara da un paio d’anni nell’area EPS per i soliti motivi di costi troppo elevati ha visto un bel duello in campo maschile tra il pugliese Angelo Rocco Pezzuto (G.P. Parco Alpi Apuane) e il bolognese Arturo Ginosa (Atl. Lolli Bo), quest’ultimo è rimasto per una quindicina di km dietro a Pezzuto per poi allungare attorno al 16° km andando a chiudere la gara in 1.13’06” terzo tempo di sempre nel suo palmares (personale di 1.12’52” nel 2009 a Ravenna) e dopo una notte di lavoro. Bene anche Rocco Angelo Pezzuto l’atleta di Lecce ora residente a Ferrara per lavoro, che  ha migliorato il suo personale di 14 secondi (aveva 1.13’47” a Ferrara nel 2018) chiudendo in 1.13’33”. Gara femminile con netto assolo di Daniela Ferraboschi ch-e non ha trovato avversarie in grado di impensierirla andando cosi a vincere la sua seconda mezza del 2019 dopo quella della Strabusseto in Maschera e secondo successo consecutivo a Pieve di Cento con quasi due minuti in meno rispetto al 2018. Secondo scalino del podio per la ferrarese Chiara Damiani (Cus Fe) e terzo per Giorgia Bocchetto (LBM Sport Team Roma). Il tutto sotto l’egida organizzativa del G.P. I Cagnon guidato dalla famiglia Cossarini e tanti amici e volontari sempre pronti a dare una mano, premiazioni finali per assoluti e categorie alla presenza del sindaco e Vice Sindaco e della responsabile di CONAD della zona uno dei partner principali dell’evento, unitamente all’ANT.

 

Ordine d’arrivo Uomini: 1° Ginosa 1.13’06”, 2° Pezzuto 1.13’33”, 3° Tocchio 1.14’59”, 4° Tirapani 1.15’00”, 5° Bonvento 1.17’27”, 6° Scardovi 1.17’49”, 7° A. Bernabei 1.18’41”, 8° Lorenzini 1.19’10”.

Donne: 1^ Ferraboschi 1.23’27”, 2^ Damiani 1.26’37”, 3^ Bocchetto 1.26’59”, 4^ Counan (Fra) 1.30’06”, 5^ Odaldi 1.33’00”, 6^ Venturi 1.34’04”.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>