TuttoCampania — 21 gennaio 2009

Prima della gara di S. Antonio Abate qualche compagno mi chiedeva quale potesse essere il tempo limite  per entrare in premiazione (entro i 150).
Io ho ipotizzato con una certa sicurezza il 3′ 55” al km.
Mi sono meravigliato molto nel vedere che  3’50” – 3’51” al km sia stato il limite massimo.
Mi sono ricordato di un’analoga gara veloce del 2008 ” il Memorial Mastropietro”.
Con lo stesso ritmo  si  concluse appena sopra la 100° posizione, mentre una gara del 2007, la Notturna Stabiese, i 3’50” al km portavano addirittura intorno alla 90° posizione.
Una prima spontanea considerazione  porta a dire che i Campani  migliorano sempre di più, uno stand di qualità che forse non si riscontra in altre Regioni. Se si considera che 1 atleta su 6  chiude sotto i 3’50”, tutto ciò mi sembra un enorme miglioramento.
Dopo i commenti sulla gara di S. Antonio Abate, cavalcando l’idea di Carmine Passaro, a pensare male, quanti saranno i falsi 1 su 6?
E a pensare bene, quanto effettivo miglioramento di prestazione, in termini di qualità . resta?


Autore: Angelo Della Rocca

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>