Cronaca — 05 novembre 2006

Se si cercavano le condizioni ideali per correre (sia per quanto riguarda la temperatura sia per quanto riguarda l’umidità) ebbene al Trofeo A.N.M.I., a Bacoli ci sono state. Visto il clima di questi ultimi giorni bisogna dire che è sembrato un vero miracolo: temperatura più che accettabile per una 21 km.; umidità molto bassa; vento presente a tratti, ma molto leggero. Meglio di così impossibile.


Grandi condizioni e grande gara quindi, con Francesco Ingargiola ancora incredulo per quanto accaduto in relazione alla sua mancata partecipazione alla maratona di New York (ne abbiamo parlato dopo l’arrivo) ma, nonostante tutto, sempre sorridente e disponibile: grande simpatia, molto apprezzata da tutti. L’atleta di Mazara del Vallo (vanta 2h08’48’ sulla Maratona) ha testato la sua condizione in vista di una molto probabile partecipazione alla Maratona di Fukuoka (Giappone) il prossimo 3 dicembre. L’atleta delle Fiamme Gialle ha seguito il duo Keniano di testa per buona parte della gara, per poi mettersi su un ritmo più tranquillo e chiudere 3° (1h06’17’). Vittoria che ha arriso al forte Kipngetich che, per solo 8′, non è riuscito a migliorare il record del tracciato. Alle spalle di Rugut è giunto il connazionale Chepsergon (1h05’37’). 4° al traguardo Abdelaziz El Makhrout (1h06’25’), con in quinta piazza un Marco Calderone che, nonostante l’1h08’12’, non è rimasto contento delle sue sensazioni. Boris Sudhorosci, Nicola Guglielmo, Abdelaziz Rochdi in sequenza. Grandissima prova per Gianluca Piermatteo (Bartolo Longo), in spinta fino alla fine. Mario Scarola (Asa Detur) ottimo 10°.


La gara femminile ha visto un parziale fuori programma: una bella, longilinea e forte atleta Moldava che ha fatto compagnia alla vincitrice (Kadija Laaroussi), anticipandola persino nel tratto finale. La Laaroussi quindi ufficialmente prima in 1h19’41’ con alle sue spalle Alessandra Insogna che ha chiuso in 1h25’05’ (una scelta non agonistica la sua, visto che è partita sul piede dei 4’03’ e così ha concluso: più che altro per lei un allenamento). Bravissime Annamaria Caso (recente campionessa Italiana di Maratona over 45) capace di 1h27’06’ e Carmela d’Ambra (bravissima nel migliorare il suo personale di 3′: alla fine 1h27’44’). Susy Giocondo (Gabbi Bologna) ottima 5a in 1h32’01’ con Graziella Esposito (Marathon Club Ischia) a soli 10′. Per far capire quanto sia stata veloce la gara  donne basta dire che Carmela Alfano (Antoniana Runners) è arrivata 10a nonostante un bel 1h36’08’ finale. Prima di lei Ivana de Matos (9a), Giuseppina Marna (8a), Carla Fusco (7a, delle Stufe di Nerone).


Vittoria a squadre per la Napoli Nord Marathon, davanti all’A.L.B.A. Bacoli e Amatori Vesuvio.


Mezza Maratona di Bacoli: grandi tempi, tanti primati personali, percorso che quindi si conferma molto veloce.


 


Nella foto: Kadija Laaroussi

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>