TuttoCampania — 20 giugno 2011

Ore 8:00 arriviamo al punto di ritrovo e la macchina organizzativa del 1° Trail Citta di Caserta è già in piena attività; parcheggio riservato gratuito, ritiro pettorali veloce , servizio navetta no stop, tutto perfettamente efficiente e se il buongiorno si vede dal mattino io con un gruppo di amici tra cui alcuni rappresentanti dell’Atina Trail Running opto per una leggera corsetta di riscaldamento fino al luogo di partenza.  Casola ore 8:45 :ormai sono quasi presenti tutti gli oltre 200 atleti, 1^ edizione ed è già record di partecipanti. Il livello tecnico è molto elevato, basti pensare che ci sono praticamente gli atleti più rappresentativi della specialità trail di Campania, Lazio e Abruzzo, e chiedo scusa se dimentico altre Regioni. Ore 9:00 Agostino Rossi, patron della manifestazione, da il via in maniera personale e sicuramente molto simpatica, alla partenza: non c’è calca, il clima è sereno, zero stress e visi sorridenti, l’atmosfera è davvero piacevole. Poche decine di metri e già ci si trova immersi nelle campagne che circondano la frazione di Casola. Il percorso si può, secondo me, dividere in due parti: la prima, dove, se si esclude una ripida ma breve salita iniziale, risulta essere scorrevole con discese che si alternano a brevi tratti di salite non impegnative lungo sentieri che a volte assumono l’aspetto di gallerie naturali attraverso una fittissima vegetazione; le piogge dei giorni precedenti hanno creato un ulteriore insidia: il fango, ed è proprio in una di queste pozze, dove anche un  quad dell’assistenza gara sprofonda, che io ci finisco dentro interamente, sembravano le sabbie mobili!; purtroppo a Michele Di Croce , Pod. Canisium, leader del circuito Parks Trail, va peggio: è costretto ad abbandonare per una rovinosa caduta che gli procura una ferita alla testa, pronto intervento dell’ambulanza predisposta e nessuna ulteriore conseguenza. Superato il torrente, inizia la seconda parte, certamente più impegnativa con lunghe salite che fanno la selezione, si affronta quindi il tratto più difficoltoso dove è praticamente impossibile correre e dove è stata predisposta anche una opportuna corda che facilita la traversata della collina; ultimi 2 Km in discesa su sentiero pietroso, quindi  ingresso al borgo di Casertavecchia , giro delle mura e arrivo,  molto suggestivo,  in Piazza Duomo. Un trail di media difficoltà molto paesaggistico,  ben  organizzato, dall’assistenza lungo tutto il percorso con il gruppo dei quadisti, ai punti ristoro, alla segnaletica con presenziamento dello staff nei punti più critici, alle premiazioni con ricchi cesti ai primi 10 nonchè ai primi tre di categoria e pacchi gara per tutti . Per la cronaca Il 1° Trail di Casertavecchia  lo vince Gennaro Varrella, grande come sempre, ma in realtà tutti i presenti da considerare vincitori come nel più pieno spirito trail. Saluti Sportivi, francesco

Autore: Francesco Panucci

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>