slide TuttoCampania — 20 giugno 2016

giovannelli dugenta 2016La ventesima edizione della “StraDugenta” è stata onorata, con il piacere di sempre, con la simpatia di sempre, con l’accoglienza di sempre, con la bella organizzazione che da sempre troviamo quando ad organizzare è Armando D’Abbruzzo, e con lui affiatati collaboratori e, soprattutto, collaboratrici del team: Atletica Dugenta. Si respira la bella aria di genuinità a Dugenta, la tradizione della gara su strada fatta bene, con il paese che partecipa, vive il momento e ne fa parte.

Gara

Raffaele Giovannelli ha fatto da subito gara a se, andando via praticamente sin dal 3^ km. Niente da fare per gli altri, il suo ritmo costante sin dai primi metri non ha lasciato scampo a velleità altrui, e gli ha permesso di fare bella passerella soprattutto nella seconda parte di gara, quando cioè il distacco dagli inseguitori è stato tale da permettergli anche di rilassarsi e godersi il suo avanzare proiettato alla vittoria (arrivata in 34’30”, percorso di 10.350 metri). Alle spalle del vincitore un bel confronto per il podio. Confronto che poi ha visto prevale Giovanni Salzillo (Forze Armate), secondo in 35’25”. Terzo gradino del podio per Michele Salvato, atleta del team del vincitore (Astro 2000 Bn-Agropoli).

Gara femminile decisamente più avvincente di quella riservata ai maschietti. Confronto tra tre prime donne, che poi si sono disputate le tre posizioni del podio. Alla fine l’ha spuntata Siham Laaraichi, con un buon 39’51” finale. A solo 15” la bella prova di Paola di Tillo. La brava atleta del team Molisano G.S. Virtus ha saputo gestire al meglio e tenere a bada (e non è facile) una sempre protagonista quale Annamaria Vanacore (Atl. Scafati).

Alla Podistica Valle Caudina la vittoria nella classifica a squadre.

Piaciuta molto la donazione finale a favore dell’Ail (Associazione che rivolge il suo impegno alla lotta contro le Leucemie). Il modo migliore di combinare Sport e Solidarietà, e farlo praticamente.

20 anni della StraDugenta, festeggiati come si doveva, come mi aspettavo sarebbe stato, come Armando D’Abbuzzo sa fare: tutto Cuore e Passione.

Marco CasconeMarco Cascone

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>