slide TuttoCampania — 24 gennaio 2017

abate (2)S.A. Abate, 22/01/2017

Gara podistica regionale di km 10.

La Maratonina di S. A. Abate è diventata a viva forza una classica del panorama podistico campano conquistando la fiducia e la stima di centinaia di atleti.

La passione e la professionalità, nonché l’esperienza e l’impegno degli organizzatori, con in testa il Patron Luigi D’Aniello, hanno trasformato questa giornata di sport in un successo sotto tutti i punti di vista.

Migliorarsi anno dopo anno non è per niente facile, ma visti i risultati, sembra che per il team D’Aniello nulla è impossibile.

La sagra della porchetta, che vede la sua giornata conclusiva proprio con quest’evento podistico, arricchisce e completa questa grande giornata di sport.

  1. A. Abate si sveglia stamane letteralmente baciata dal sole, quasi a ricompensa di tanto lavoro e tanto impegno.

Alle 8,00 del mattino quindi, questa splendida e calorosa cittadina, si vede completamente invasa di autovetture, che disperatamente cercano un posticino comodo per parcheggiare.

Infatti la numerosa affluenza ha in pochissimo tempo riempito il seppur amplissimo parcheggio messo a disposizione dall’organizzazione.

Dalle auto migrano centinaia e centinaia di allegri e chiassosi atleti che in un attimo gonfiano le strade di voci e colori.

La temperatura, decisamente meno rigida rispetto a quella registrata nelle ultime settimane, rende le operazioni di riscaldamento più piacevoli.

Un partere di tutto rispetto sia in campo maschile che femminile è già garanzia di spettacolo che divertirà pubblico e cittadini presenti.

Alle 9,20 la partenza, unica nel suo genere, vede gli atleti giungere da due strade parallele e, ricongiungersi in piazza in un unico grande serpentone colorato.

Il tracciato, molto tecnico e impegnativo, prevede salite e discese più o meno ripide da ripetersi più volte, che vedranno gli atleti sudare, faticare e sfidarsi fino all’ultimo metro.

A far da cornice, un nutrito e caloroso pubblico, che ha acclamato e incoraggiato gli atleti in ogni angolo del tracciato.

Vince e si aggiudica la XVI Maratonina di S. A. Abate il Keniano Daniel Ngeno, secondo Hajjaj el Jebli e terzo Paolo Ciappa.

A seguire Giorgio Mario Nigro e Marek Hadam.

Per le donne primeggia Janat Hanane, seconda la giovane e forte Lombardi Marina, terza Palomba Filomena.

A seguire Brusciano Loredana e Palomba Francesca.

Un applauso è doveroso all’amico Lello Santarpia, “Abatese Doc”, che anche quest’anno, orgogliosissimo, è riuscito ad agguantare l’ambitissimo premio Primo Abatese all’arrivo!

A margine della manifestazione le premiazioni, ricchissime ed estese ad un grossissimo numero di atleti (50 donne e premi di categorie e di vario genere), soddisfano e gratificano dalla fatica.

Ottimo il lavoro dell’Ermes Antoniana Runners con in testa Luigi D’Aniello, dei volontari, delle forze dell’ordine e di tutti coloro si sono prodigati per la buona riuscita dell’evento.

marilisa carrano

 

 

 

 

Marilisa Carrano per Podistidoc

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>