TuttoCampania — 30 maggio 2016

matteo san nicola 2016Ci sono gare programmate, atleticamente parlando; ci sono poi le new entry, gare che si fanno per lo sfizio di testare; e poi ci sono loro, gli appuntamenti annuali, le tappe fisse, i punti di ritrovo per ogni atleta assiduo che si rispetti, ma soprattutto quelle che amo chiamare le gare del cuore, quelle a cui inevitabilmente – e molto soggettivamente – ognuno di noi lega le proprie emozioni.

San Nicola la Strada torna immancabilmente al suo ennesimo appuntamento, e lo fa confermando la sua bravura e la sua notorietà come tappa da vivere con un numero di partenti che parla da se: 1200 gli iscritti, 1200 i cuori che pulsano…più uno a bordo campo, il mio. E perdonatemi se sposto per un minuto i riflettori sulla sottoscritta, ma sento l’esigenza di spendere alcune parole per la gara in questione poiché, pur non avendo vissuto questa edizione nei panni dell’atleta, comunque è e rimane una tappa a cui sono particolarmente affezionata, perchè punto di svolta nel mio passato atletico, perché l’inizio di un anno che mi avrebbe poi restituito tanto, perché…una delle mie tappe del cuore.

Ed a proposito di cuore, immenso e grande è quello che pulsa nel petto del primo atleta dell’Amatori Caserta, nonché primo atleta indiscusso di San Nicola: Matteo Schmutz che, come ogni anno, apre la gara con il suo sorriso, la sua palpabile gioia di esserci, “seguito” nella sua corsa da tutto il fedele team. Con un’aria pesante non molto diversa da quella che ha caratterizzato le ultime gare, e che da sempre ha caratterizzato quella di San Nicola la Strada, allo scoccare in punto delle nove parte il countdown e pochi istanti dopo le strade della città vengono letteralmente invase da quello che dall’alto appare come un fiume di persone. Percorso di 10200mt, da fare in unico giro – eccetto che per un rapido passaggio dopo il primo km – completamente pianeggiante, attrazione di molti atleti di spessore, che tuttavia devono pur sempre fare i conti con la nemica afa. Ma in questi casi è l’astuzia a fare la differenza, o meglio la buona gestione di gara, il sapersi preservare fino all’ultimo sforzo, per poi dare prova di se solo negli ultimi metri: nelle condizioni più avverse, infondo, il vero vincitore è chi oltrepassa per primo la soglia del traguardo, e se poi lo fa con il minimo sforzo ed il massimo risultato…allora lo è doppiamente. Da spettatrice li presente, però, se c’è un motivo per cui ricorderò questa edizione della gara, non è tanto per le prestazioni (senza togliere nulla a nessuno), ma per l’amore che ho potuto immortalare in uno scatto, di gente felice, di mani che si stringono per avercela fatta, per averci creduto ed aver insistito…e fidatevi, questa Domenica c’erano tutte le condizioni per mollare al primo colpo. E quando a non mollare è un uomo che ha raggiunto la soglia dei 75 anni, allora mi capirete quando dico che la bellezza di questo sport sta nel come unisce le persone, e ieri questa bellezza l’ho vista negli occhi preoccupati di una moglie che aspettava suo marito, Vincenzo Piccolo, al traguardo. A fare da chiusura ad una gara che ha già avuto il suo lieto fine con circa 1100 atleti all’arrivo è la classica cerimonia protocollare, come sempre in grado di trasformarsi in un momento di festa, grazie soprattutto alla bravura di tutto lo staff organizzatore e di chi il sorriso ce l’ha per modus vivendi.

Bella ed emozionante la IVX edizione di San Nicola la Strada, nonché II tappa del Trofeo delle tre provincie. E non poteva che essere altrimenti quando la premessa di tutto è il cuore. Ed il cuore, per quanto mi riguarda, è l’ingrediente vincente di una gara; e San Nicola la Strada ieri come sempre, ha vinto.

Martina AmodioMartina Amodio

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>