TuttoCampania — 30 gennaio 2012

Napoli.- Nella giornata ecologica la città di Napoli è andato in scena il grande evento della XIV edizione della Maratona Internazionale di Napoli-Trofeo Banco di Napoli. Il big event podistico è stato organizzato dall’A.S. Napoli Marathon Club e dal Comune di Napoli. Al via della gara agonistica (data dal Giudice Starter Enzo Miceli) della Maratona(Km 42,195) circa 600 podisti provenienti da tutte le Regioni d’Italia e da 28 paesi stranieri ed anche circa 500 atleti che hanno preso parte alla staffetta a squadre (composta da tre atleti per completare i Km 42,195). Il successo nella Maratona è andato al marocchino Ahmed Nasef(Atl. Fanfulla Lodigiana) che ha percorso i Km 42,195 bloccando il cronometro sul tempo di 2h18’58”. Il vincitore, che vive e lavora al Nord Italia, a fine gara ha dichiarato “ ho preso subito il ritmo giusto. Sono contento perché era la prima volta che venivo a Napoli e puntavo a vincere anche per mettere da parte qualche soldo utile per il mio matrimonio in aprile con la mia fidanzata Yonka, anche lei maratoneta. Il tracciato è bello, forse un pò duro in alcuni tratti ma davvero disegnato tra le bellezze della città. L’anno prossimo, tornerò con la mia futura moglie per gareggiare insieme” Il secondo posto è andato ad un atleta lombardo, ovvero,Massimiliano Brigo(Atl Bovisio Masciago) con il tempo di 2h25’43”.Al terzo posto in Piazza Plebiscito è giunto il maratoneta inglese David Kirkland che ha impiegato 2h30’43” ed ha preceduto rispettivamente il vesuviano Francesco Durante(Amatori Vesuviano) con 2h41’25” e il pugliese Massimo Termite(Barletta Sportiva) che ha fatto segnare il tempo di 2h45’25”. Al sesto e settimo posto si sono classificati nell’ordine Massimo Miri(Podistica San Salvo) con 2h49’30” e Tiziano Diadei(Free Runner-Eboli) con il tempo di 2h50’52. Nella Maratona femminile ha trionfato Ornella Ferrara(Atl Bovisio Masciago), medaglia di Bronzo ai mondiali di Goteborg e 5° posto alla maratona delle Olimpiade di Atene, ha chiuso la gara in 2h41’15”. “E’ stata un’esperienza davvero bella- ha affermato la Ferrara- e sono contenta della gara. Questa è davvero una città stupenda, il percorso è disegnato in posti meravigliosi. Il clima era quello giusto. Sono felice di essere venuta per la prima volta a Napoli e di aver potuto visitare tanti luoghi affascinanti”. Al secondo posto tra le donne si è classificata la rumena Daniela Cirlan che con il tempo di 2h44’14” ha preceduto al traguardo nell’ordine Tatiana Betta(Gioadventures Game) con il tempo di 2h49’’56 e Reka Kocski(futobolondok) con 2h58’30”. Alla cerimonia di premiazione ha preso parte anche il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: “Devo ringraziare soprattutto gli organizzatori- ha detto sul palco-“che riescono a portare la Napoli migliore in giro per il mondo attraverso la Maratona”.Nella staffetta, composta da tre podisti, si è registrata ancora la vittoria della Top Canottieri Triatlon (Alessandro D’Ambrosio Gennaro Lamberti-Giovanni Laiso) che ha impiegato 2h30’30” precedendo rispettivamente il tris Le Schegge(Salvatore Albrizio-Rochid Abdelaziz-Vincenzo Migliaccio)con il tempo di 2h32’44” e il terzetto Top Campania/Liguria(Corrado Bado-Giovambattista-Francesco Pisano) che ha chiuso la gara in 2h34’26”. Nella staffetta femminile ha primeggiato la Canottieri Donne(Consuelo Viviana Ferragina-Chiara D’Amico-Serena Vecchione) che con 3h14’30” ha preceduto in classifica rispettivamente la formazione Amatori Caserta”A”(Cristina Norelli-Maria Teresa Abbate-Maria Dani) con 3h28’36” e la Nato”Napolitain Francais 4”(Michel Baldauf-Ouk Mackara- Thomas Patrick) con 3h29’48”.

ENZO MICELI

Share

About Author

Peluso

  • silvio scotto pagliara

    Per il ggg di napoli : incredibile Si sono dimenticati di portare la pistola/start per il classico colpo …di partenza ! A Voce si è partiti !
    Qualcuno , faceva notare …..tra gli addetti , era la conseguenza delle spese che la fidal nazionale ha ridotto per tutti i comitati .
    Quindi un bravo per la solerzia dimostrata del comitato campano per aver da subito ……al motto ” obbedisco”. E per la prontezza degli organizzatori che hanno dato la partenza lo stesso .

  • Giorgio Torella Pozzuoli Marathon

    E’ sempre la stessa storia! Approssimazione, poca professionalità, percorso demenziale( come si fa a pensare di andare due volte a piazza Garibaldi e sei volte via Caracciolo)….e poi l’indifferenza delle persone!! Abbiamo corso senza che nessuno ci degnasse di un’applauso, un sorriso che dico uno sguardo. Ovviamente non per quelli come me che stavano nelle retrovie ma neppure per i runners in testa. Nulla. Calore dei napoletani, passione…… poi l’indifferenza che senza controllo diventa pericolosa come quella bimba sui pattini che stava per essere travolta da un mio amico runner a via Caracciolo chi ha permesso ai bambini di giocare e correre tra di noi ? L’incoscienza dei genitori e chi doveva controllare ! Che dire la solita Napoli che prova a far decollare una maratona che ambisce ad essere “internazionale” ma e’ tutto inutile Goethe lo scrisse tanti secoli prima…..” un paradiso abitato da diavoli “

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>