Anteprima slide — 10 luglio 2014

Trail Monte taccaroPartirà domani giovedì 10 luglio dal raduno di Sestriere verso Gap (Francia) la squadra italiana per i XIII Campionati Europei di Corsa in montagna, in programma sabato 12 luglio. La massima rassegna continentale torna oltralpe dopo l’edizione di Cauterets 2007, ora ospitata dalla cittadina di 40mila abitanti e 735 metri di altitudine nel sud est della Francia già sede del World Mountain Running Trophy nel 1993 e, sullo stesso percorso utilizzato quest’anno, della WMRA Youth Cup nel 2013. Sono 25 le nazioni rappresentate, e l’Italia, che nella corsa in montagna vanta una  solida tradizione, arriva da una stagione particolarmente felice: nell’edizione bulgara degli Europei di Borovets 2013 ha dominato il medagliere, vincendo entrambe le classifiche a squadre, l’oro maschile con Bernard Dematteis, tre argenti con Valentina Belotti, Alex Baldaccini e il team junior maschile più il bronzo individuale di Michele Vaia.

l titolo di Dematteis, con l’iconico abbraccio sulla cima del Musala Peak fra i due gemelli avvolti nel tricolore, fu particolarmente pieno di significato perché metteva fine a un ‘impero turco’, dalla nazionalità di Ahmet Arslan, padrone incontrastato degli ultimi sei anni. Spodestato l’imperatore una volta, ripetersi sarà particolarmente difficile. Arslan battuto non ha gettato le armi, anche se durante la stagione si è molto nascosto, ma in compenso il colpo di stato nato nella piccola Valle Varaita, terra natia dei Dematteis, ha acceso gli appetiti di molti. Irruzione sul primo gradino del podio in realtà ha seguito una lunga occupazione azzurra del primo gradino del podio a squadre.

Dalla prima edizione della rassegna a Madeira (prima esisteva solo un Trofeo Europeo) gli uomini hanno vinto 13 volte, senza mai lasciare spazi ad alcun avversario, mentre sono 8 i titoli delle donne.

nsomma, sui sedici convocati dal DT Magnani con la collaborazione del referente di settore Paolo Germanetto  pesa una tradizione importante, tanto più che la rassegna continentale sarà appuntamento fondamentale sulla strada che porta ai Campionati Mondiali di Casette di Massa del 12 settembre. La squadra maschile è per tre quarti quella che un anno fa vinse il titolo continentale: Bernard Dematteis (Pod. Valle Varaita), il gemello Martin e Alex Baldaccini (GS Orobie) cui si aggiunge Luca Cagnati (Atletica Valli Bergamasche) che subentra a Xavier Chevrier. Molto medagliata anche la squadra femminile: detto di Valentina Belotti (Runner Team 99) vicecampionessa europea lo scorso anno – ed è notizia di queste ore che a Gap sarà presente anche l’oro di Borovets, l’austriaca pluri-iridata Andrea Mayr inizialmente data per assente – del team fanno parte anche la campionessa mondiale in carica Alice Gaggi (Runner Team 99) e il bronzo Elisa Desco (Atletica Alta Valtellina) con Elisa Sortini (G.P. Talamona) a chiudere il quartetto.

Il percorso, come sempre, avrà grande peso nell’equazione per il podio: è strutturato su un giro di 4 chilometri – con salite ripide e discese molto tecniche – con 250 metri di dislivello. Le junior dovranno percorrerlo una volta, mentre saranno due i giri per i pari età e per le donne tre per gli uomini. Sarà Gap, paese tra la Provenza e il Delfinato a 100 chilometri dal confine italiano, a pesare così una nazionale dalle grandi ambizioni, in attesa dell’esame  mondiale di settembre –non di riparazione – questa volta in terra italiana, circondati dal marmo bianco di Casette di Massa.

LA SQUADRA ITALIANA

Ufficio stampa fidal

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>