Cronaca slide TuttoCampania — 22 giugno 2016

telese 10 km 2016L’appuntamento dell’anno. La tappa delle tappe. L’evento che consente a chiunque di essere un piccolo campione tra i campioni. Ed è proprio questa l’aria che si respira a Telese Terme, meta di moltissimi atleti di spessore, ma soprattutto meta per chi l’atletica vuole anche e solo semplicemente respirarla: che sia il corridore, l’accompagnatore, lo speaker, il service audio o un membro della troupe organizzativa, Domenica 19 Giugno chiunque, al Trofeo della città di Telesia, ha potuto vivere la 10 km che, in tutta la sua portata internazionale, è andata a chiudere il poker perfetto del Trofeo delle Tre Provincie.

Adrenalina, voglia di correre, felicità: sono queste le emozioni avvertite e provate non appena entrati in città; emozioni forti, dettate e provocate da chi da anni ha avuto la capacità di far crescere e portare avanti un evento che si impone nel territorio campano in maniera preponderante. È Filippo Liverini l’autore di questo successo, un uomo che, pur non conoscendolo di persona, ha dimostrato di saper investire il proprio tempo e le proprie risorse in una macchina che gli ha poi restituito tanto, a partire dalla soddisfazione di 2600 partenti al via. Solo la pioggia avrebbe potuto fare da antagonista, e per un istante è sembrato ci stesse anche riuscendo. Ma la grazia divina ha avuto la meglio, permettendo non solo di “vivere” lo spettacolo in assoluta tranquillità, ma creando addirittura le condizioni perfette per consentire agli atleti top di “fare” spettacolo. Nomi come Soufyane, Ricatti, Console, Toniolo: nomi che non si sentono tutte le domeniche sportive, ma soprattutto campioni che non ti aspetti di trovare accanto o poco più avanti a pochi minuti dalla partenza. Alle 19 il via per i tesserati Fidal; alle 19:10 per i partecipanti EPS. Ma una sola è la carovana di gente che invade, letteralmente, la città di Telese, lungo un percorso articolato nella maniera più intelligente e sensata possibile: tra i cittadini, nella città, tra la voce del pubblico che da un senso, se non una marcia in più, al ritmo che le gambe hanno deciso di portare. Passaggi strategici della gara in cui è possibile sentirsi addosso il calore di chi può dirsi il principale protagonista della manifestazione, chi di quest’ultima parla e la trasforma – con il tifo, la presenza e la rumorosa incitazione – in un evento di successo. Questa è Telese: il successo del podismo campano; la rivalsa di uno sport genuino capace di riunire tanti appassionati, pur non essendo previsto un pallone; la conferma che ti aspetti ogni anno, e alla fine ti stupisce con qualcosa di più grande. E per quanto mi riguarda, questa conferma, Telese, me l’ha data.

Numeri importanti per una 10km, numeri che in genere si è abituati ad associare ad una mezza maratona di alto livello, cifre che trovano giustificazione dietro una persona che vive da atleta la sua stessa creatura, imparando a conoscere con il tempo virtù e debolezze, limiti e pregi, errori e conferme; ma soprattutto crescendo con lei e credendo in qualcosa che non è solo un ritorno di denaro da vendere al primo offerente, ma una traccia, un pezzo di storia, una parte di se da condividere…perché no, con altri 2600 appassionati.

Al prossimo anno, mentre gli occhi sono già tutti puntati alla seconda edizione della “Telesia Half Marathon”.

Martina AmodioMartina Amodio

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>